Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Catanzaro, a Marcello Nicchi il Premio nazionale “Antonio Gualtieri”

Paolo Vilardi - 10/11/2017, 22:04

Giornata di grandi celebrazioni a Catanzaro, in occasione dell’Ottantacinquesimo anniversario della Fondazione della locale Sezione Arbitri, presieduta da Franco Falvo, già Presidente CRA Calabria e Componente della CAN 5. Numerose le autorità che hanno preso parte all’evento, tra cui, per quanto concerne l’ambito arbitrale, il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, i Componenti nazionali Stefano Archinà e Maurizio Gialluisi, il Presidente del CRA Calabria Franco Longo, il questore di Catania Giuseppe Gualtieri, associato AIA.
Quest’ultimo è figlio del compianto notaio Antonio Gualtieri, a cui gli arbitri catanzaresi hanno intitolato la propria Sezione, appena rimessa a nuovo, cerimonia di inaugurazione che è rientrata nell’evento dell’85° Anniversario, celebrato il 10 novembre 2017, al termine del quale è stato assegnato il Premio alla memoria del Commemorato, andato al Presidente dell’AIA.
Torniamo all'intitolazione della Sezione. A tagliare il nastro è stato lo stesso Nicchi, nel primo pomeriggio, dopo la deposizione della propria firma nell’Albo d’Onore del Comune di Catanzaro, su invito della locale amministrazione. Sempre nei locali sezionali è stata scoperta prima la Targa commemorativa al Notaio Gualtieri, poi quella del dottor Ubaldo Grani, altro personaggio di spicco dell’AIA calabrese, a cui è stata dedicata la Sala conferenza della Sezione.
Gualtieri è stato commissario speciale, l’odierno osservatore arbitrale, in Serie A; ha rivestito la carica di Presidente sezionale per 20 anni. Grani è stato primo Presidente del CRA Calabria e primo Presidente della Commissione medica dell’AIA.
E’ seguita la celebrazione, in occasione dell’evento, del Premio nazionale “Antonio Gualtieri”, moderato dal Direttore responsabile della Rivista “L’Arbitro” Carmelo Lentino. Completata la proiezione di un toccante video celebrativo della manifestazione, ha fatto gli onori di casa il Presidente sezionale Franco Falvo, che dopo aver ricordato Gualtieri e Grani ha precisato che «l’Ottantacinquesimo della mia Sezione rappresenta una festa per gli arbitri catanzaresi, nel solco tracciato da due Maestri e pilastri Fondatori della stessa, quali sono stati Antonio Gualtieri e Ubaldo Grani. Questi due personaggi hanno lasciato ai posteri dei valori di lealtà, umanità e trasparenza che ancora oggi sono il caposaldo della mission dell’AIA; pertanto il consiglio direttivo sezionale, all’unanimità, ha deciso di assegnare la Prima edizione del Premio “Gualtieri”, al Presidente Marcello Nicchi, perché egli incarna alla perfezione – ha concluso Falvo - i valori che questi nostri due gloriosi associati hanno trasmesso».
Sono seguiti i vari interventi e le premiazioni degli arbitri della Sezione di Catanzaro più meritevoli.
Ha concluso la serata l’intervento di Marcello Nicchi, che una volta ricevuto il Premio ha così commentato: «Sono felicissimo di essere qui, alla commemorazione di due persone straordinarie, Antonio Gualtieri e Ubaldo Grani, che ho avuto il piacere di conoscere personalmente. Tra l’altro sono in Calabria, terra di passione in cui sono cresciuto come arbitro, per il numero di gare che vi ho diretto».
Il Presidente dell’AIA, davanti la platea, si è poi rivolto direttamente a Franco Falvo: «Hai lavorato molto a livello nazionale e stai continuando a farlo in Sezione. Il tuo lavoro, ne sono certo, sarà apprezzato tanto anche in futuro. Pertanto, chi verrà dopo di te, lavorerà ancora meglio perché troverà la strada spianata».
Questa la conclusione di Nicchi. «Divertiamoci perché non siamo più soli; Associazioni come LND, Associazioni degli Allenatori e dei Calciatori sono con noi, per continuare a fare gruppo e far rimanere il calcio italiano ai vertici mondiali. La nostra si chiama vera passione, perché l’AIA è fatta di gente onesta e per bene, che cade ma che è capace di rialzarsi. L’importante è non cadere tutti i giorni. Lavoreremo ancora di più per rendere l’associazione sempre più bella a chi verrà dopo di noi».

In alto la consegna del Premio al Presidente Nicchi
In gallery:
- Marcello Nicchi mentre depone la firma sull’Albo d’Onore del Comune di Catanzaro
- Marcello Nicchi mentre taglia il nastro della Sezione di Catanzaro
- La targa alla memoria di Antonio Gualtieri appena scoperta (intitolazione della Sezione)
- La targa alla memoria di Ubaldo Grani appena scoperta (intitolazione della sala conferenza della Sezione)
- Il pubblico durante la cerimonia del Premio “Antonio Gualtieri”
- L’intervento di Franco Falvo
- L’intervento conclusivo di Marcello Nicchi

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente