Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

“Umiltà e concentrazione": a lezione con Marco Di Bello

Ivan Lai - 13/11/2017, 15:00

Sezione di Carbonia
È stata una piovosa giornata autunnale ad accogliere, giovedì 9 novembre, presso la Sala Consiliare del Comune di Sant'Antioco, la Riunione Tecnica plenaria che ha avuto il piacere di ospitare, così come stabilito dai sorteggi di Colli del Tronto lo scorso settembre, l'Arbitro CAN A Marco Di Bello.
Un incontro appassionante, sia per la partecipazione attiva dei numerosi associati della Sezione "Cosimo Urbano" di Carbonia, che per la semplice e quasi informale esposizione dell'ospite, che ha voluto alternare lunghi tratti delle proprie esperienze personali ad altrettanti momenti dedicati alle curiosità dei presenti.
Ottima anche la partecipazione dei rappresentanti delle Sezioni provenienti da ogni angolo della Sardegna, di interesse rilevante anche la presenza dei ragazzi che a giorni sosterranno l'esame finale per diventare nuovi associati, entusiasti di aver partecipato per la prima volta alle attività del mondo arbitrale e di aver consegnato al collega della Sezione di Brindisi un gentile presente di prodotti locali.
Per Di Bello, classe 1981, divenuto arbitro nel 1999, una breve trafila nelle categorie inferiori regionali per poi arrivare rapidamente nelle Serie superiori, fino all'esordio in Serie A nel 2012. Nel 2014 ottiene, dalla Sezione di Bologna, il "Premio Giorgio Bernardi" per essere stato il "Miglior arbitro esordiente in Serie A nella stagione 2012-2013".
Ha totalizzato finora 65 presenze in Serie A e in campo internazionale.
Dopo i saluti di rito e l'introduzione del Presidente della Sezione di Carbonia, Gian Luca Piras, e del Consigliere Comunale di S. Antioco, Pasquale Renna, subito full immersion sui filmati riguardanti in particolar modo la concentrazione dell'arbitro nell'arco di tutta la durata della gara, sempre con un occhio di riguardo alla preparazione atletica, alla base di una prestazione di livello al passo dei fuoriclasse che militano nella nostra Serie A.
Tante le curiosità degli associati presenti, a partire dalle domande sulla gestione dei leader nelle squadre in campo per concludere sul lavoro e sulla partecipazione che un arbitro con un ruolo nazionale dovrebbe avere all'interno della propria Sezione di origine e appartenenza.
Al termine della Riunione, dopo i saluti finali e le consuete fotografie di rito, la serata si è conclusa con una cena in un noto ristorante della bella cittadina lagunare.

In copertina: la platea che segue lo svolgimento della Riunione. In gallery: Marco Di Bello in compagnia del Presidente della Sezione Carbonia Gian Luca Piras e del Componente Organo Tecnico Alessandro Bertolazzo; Il Consiglio Direttivo Sezionale e il direttore di gara brindisino; immagine della platea nella Sala Consiliare di Sant'Antioco.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente