Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Inaugurazione speciale con il Presidente Marcello Nicchi

Alessandro Pecile - 15/11/2017, 12:30

Sezione di Tolmezzo
Nei giorni scorsi la Sezione di Tolmezzo ha ufficialmente inaugurato la sala conviviale, un progetto fortemente voluto dal Presidente Nicola Forgiarini, quello di “realizzare, costruire un luogo, dove fermarsi ed incontrarsi veramente, dove stare insieme”.
Molte le cariche civili e sportive presenti per l'occasione: assieme all'ospite principale della serata, Marcello Nicchi, presidente dell'AIA, hanno partecipato alla cerimonia anche il Componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari, il presidente del Comitato Regionale Arbitri Andrea Merlino, accompagnato da tutti i componenti e da tutti i presidenti delle Sezioni del Friuli-Venezia Giulia e il presidente della LND FVG Ermes Canciani, con la Vice Presidente Vicaria Flavia Danelutti. Importante è stata la partecipazione sia di tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione della sala, sia del Sindaco di Tolmezzo, Francesco Brollo, che ha dato un importante sostegno a questo progetto e ha visto i frutti della propria fiducia nell' Associazione.
Il tema principale della serata è stato proprio quanto gli arbitri non siano soltanto una componente importante del mondo calcistico, ma siano anche una parte positiva della società dal momento che contribuiscono a diffondere cultura e valori importanti, come il senso civico e il rispetto delle regole. Sicuramente uno tra i più soddisfatti per la serata è stato il Presidente della Sezione di Tolmezzo, Nicola Forgiarini, che ha sottolineato le motivazioni di questo progetto: “costruire un clima di convivialità e di coesione tra gli associati che favorisca la crescita, arbitrale ed umana”.
Il Presidente Nazionale Marcello Nicchi ha sottolineato i valori dell’AIA, che sono non solo sportivi, ma anche umani. Migliorare, attraverso questi valori, l’intera società, oltre al solo mondo calcistico, è uno degli temi principali su cui Nicchi ha posto l'accento nel proprio intervento; gli arbitri devono essere dei punti di riferimento tecnico e culturale, nonché fieri portatori degli ideali dell’AIA, sia dentro sia fuori dal campo. Agli associati presenti, Nicchi ha inoltre fatto una richiesta particolare, ovvero quella di divertirsi: solo divertendosi infatti è possibile per un arbitro capire la grande forza dell’Associazione, oltre che l’importanza di quello che ogni domenica fa in campo, e superare anche i momenti più complicati.
Ricordando alcune delle difficoltà che ha affrontato nel proprio percorso, il Presidente Nazionale ha trasmesso, oltre alla grande determinazione nei propri ideali, anche la forte passione che lo lega all’AIA e che lo porta a impegnarsi continuamente per l’Associazione e per tutti gli associati. La cerimonia è stata contraddistinta da un clima genuino, proprio lo stesso tipo di atmosfera che si voleva contribuire a creare con questo progetto.

Nelle foto: Taglio del nastro; Intervento del Presidente Sezionale Nicola Forgiarini; Il Presidente dell'AIA Marcello Nicchi; Il Presidente del CRA FVG Andrea Merlino; La platea; Momento conviviale; La facciata della sala conviviale appena inaugurata.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente