Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Trentalange: "Il talento è di chi ha dentro la voglia di crescere"

Federico Marchi - 19/11/2017, 19:00

“Non siate tiepidi e pigri, ma siate generosi facendo fruttare i vostri talenti”. Così il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange ha congedato i 108 Talent ed i 28 Mentor al termine del raduno di Coverciano. Due giorni durante i quali è stato effettuato un lavoro sia tecnico, con numerose riunioni in aula, sia atletico con lo Yo Yo Test ed il FIFA 11+.
Nel pomeriggio conclusivo c’è stata anche la visita di Gianluca Rocchi, di ritorno dalla direzione del derby della Capitale tra Roma e Lazio di poche ore prima, che ha incontrato i giovani colleghi portando la propria esperienza.
“In voi mi rivedo, perché anni fa avevo partecipato ad un progetto chiamato 'Arbitro 2000' – ha detto Rocchi – Ricordatevi che essere qui è un onore ma anche una responsabilità. Partecipare ad un progetto come Talent & Mentor è molto bello e può contribuire in maniera importante al proprio percorso arbitrale. Avete la possibilità di conoscere e confrontarvi con colleghi di altre regioni e di capire cosa voglia dire essere ad un certo livello, sotto il profilo tecnico ma anche per quel che riguarda i comportamenti. I momenti difficili sono quelli che paradossalmente vi daranno la forza. L’errore è infatti una cosa fisiologica che però vi darà l’opportunità di migliorare”. Molte le domande rivolte dai giovani colleghi all’arbitro internazionale.
“La differenza tra chi arriverà e chi non ce la farà – ha concluso Rocchi - è la voglia di dare sempre il massimo. Alla fine delle partite bisogna essere stanchi per aver dato il 101%”:
Durante la mattinata, presso uno dei campi sportivi del Centro Tecnico Federale, sono state effettuate le prove atletiche coordinate dal Viceresponsabile Sud del Settore Tecnico Francesco Milardi e dallo staff dei preparatori Gilberto Rocchetti, Vincenzo Gualtieri ed Andrea Zoppi. Molto positive le risultanze dello Yo Yo Test, che hanno evidenziato un apprezzabile stato di forma fisica degli arbitri selezionati nel progetto Talent & Mentor per questa Stagione Sportiva.
In precedenza tutti i 108 ragazzi presenti e un arbitro di Malta, ospite al raduno insieme ad un osservatore, sono stati sottoposti alla misurazione di peso e altezza dalla dottoressa Antonella Maglietta del Modulo Bio Medico e dalla fisioterapista Patrizia Passini, per il calcolo del BMI.
In aula è invece proseguito il lavoro tecnico, con l’analisi dei filmati da parte del Responsabile del Modulo Perfezionamento e Valutazione Enzo Meli e dei Viceresposabili del Settore Tecnico Luca Gaggero (Nord) e Duccio Baglioni (Centro).
Numerosi gli interventi e gli spunti apportati da Francesco Bianchi, Supervisor UEFA della Convention Mentor & Talent. “Quanto tornerete nella vostre Sezioni – ha detto - trasmettete e condividete quello che avete vissuto durante il raduno, non solo per quel che riguarda gli aspetti tecnici ma anche per le emozioni che avete provato”.
Tra gli ospiti è intervenuta anche l’arbitro internazionale Carina Vitulano che ha sottolineato l’importanza della preparazione pregara. Sempre in aula si è poi concluso l’esame delle casistiche portate a Coverciano, dopo un lavoro di gruppo, dagli stessi Talent e dai Mentor.
“Non fate della vostra vita una stucchevole estranea – ha concluso Trentalange - Durante le due giornate abbiamo visto aspetti di questi ragazzi che sono incredibili. Questo è stato il raduno Talent & Mentor di più alta qualità tecnica degli ultimi sette anni”. Il raduno si è infine chiuso con la proiezione di un filmato, che ha ripercorso i momenti salienti del programma della due giorni curato dal Coordinatore del Settore Tecnico Marcello Marcato.
In mattinata gli arbitri avevano partecipato alla Santa Messa celebrata presso la Chiesa di Santa Maria di Coverciano.

Nella fotografia principale: Alfredo Trentalange, Gianluca Rocchi, Francesco Bianchi e Duccio Baglioni.
Nelle altre foto il saluto di Bianchi, la platea, l'intervento di Trentalange, i test atletici, una rappresentanza dei presenti alla Chiesa di Santa Maria di Coverciano.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente