Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Daprà: “Posizionarsi bene per essere credibili”

Maicol Ferrari - 28/11/2017, 08:00

Sezione di Rovereto
Giovedì 23 novembre gli associati roveretani hanno avuto una doppia opportunità: alla consueta visita da parte del Comitato Provinciale Arbitri di Trento presso la Sezione, si è unita un’interessante riunione tecnica basata su posizionamento e spostamento dell’arbitro, in funzione delle riprese di gioco.
Andando con ordine, innanzitutto il presidente del CPA Giorgio Daprà ha presentato se stesso e la sua squadra, distinguendo i ruoli e i compiti di ognuno dei componenti e collaboratori. La parola è poi passata a Luigi Patil, referente per gli assistenti arbitrali, che oltre a descrivere il lavoro fatto finora ha rivolto un monito a coloro i quali fossero interessati al percorso da assistente, ruolo peculiare che può regalare soddisfazioni così come quello arbitrale.
Dopo un breve saluto anche da parte del vice presidente Alberto Dell’antonio e del designatore di Prima Categoria Giuseppe Ziliani, la serata è passata alla parte prettamente tecnica, con la lezione tenuta dal presidente Daprà.
Anche grazie all’ausilio di filmati, il momento di confronto tecnico è stato incentrato sulle varie riprese di gioco e sull’atteggiamento che l’arbitro deve assumere in termini di posizione, spostamento e postura. In particolare, Daprà ha tenuto a sottolineare che “non esiste la posizione giusta a prescindere, ma la posizione migliore è quella da cui l’arbitro riesce a decidere in modo corretto e credibile, avendo il gioco sotto il suo controllo”.
Altro concetto importante ribadito dal presidente è stato quello della fluidità della posizione, specie sui calci di punizione: l’arbitro infatti, una volta decisa la posizione da cui partire, deve poi sapersi spostare in base alle dinamiche di gioco, alle tattiche delle squadre e alle priorità da controllare ossia l’evento più probabile.
Vivo il confronto con i ragazzi presenti, che hanno posto numerose domande e si sono cimentati alla lavagna tecnica, mettendosi in gioco sotto lo sprono di Daprà ad indicare quale secondo loro fosse la posizione migliore da adottare.
Serata quindi che ha arricchito tutti, con l’augurio da parte di tutto il CPA per una stagione ricca di soddisfazioni per tutti gli associati della città della quercia.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente