Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Pasqua: "Ecco cosa fare per essere Arbitri"

Davide Nicoletta - 28/11/2017, 15:30

Sezione di Aprilia
In occasione della riunione tecnica dello scorso lunedì, la Sezione di Aprilia ha avuto il piacere di ospitare l’Arbitro CAN A Fabrizio Pasqua della Sezione di Tivoli. Insieme al collega Pasqua erano presenti alla serata anche il Componente del Comitato Regionale Arbitri del Lazio Domenico Trombetta, il Componente del Settore Tecnico del Progetto Mentor & Talent Odoardo Marcellini e il Vicepresidente della Sezione di Tivoli, nonché Osservatore Arbitrale alla CAI, Simone Innocenzi.
L’apertura della serata è stata affidata al Presidente Pietro Cazzorla, il quale ha invitato i presenti a partecipare con maggiore attenzione visto il ricco parterre di ospiti e la loro straordinaria valenza. Marcellini ha illustrato le criticità emerse in questo inizio di stagione nei vari Campionati Regionali e Provinciali, mentre Trombetta ha sottolineato l'importanza della preparazione alla gara, scandendo tutti i momenti che la precedono dalla designazione fino al fischio d’inizio. Innocenzi della Sezione consorella di Tivoli ha stimolato i presenti a dare il massimo, invitando ciascuno a curare ed accrescere la propria motivazione.
Pasqua, ospite cardine della serata, ha poi ricevuto il microfono e rivolgendosi principlamente ai colleghi dell’Organo Tecnico Sezionale ha incentrato il suo intervento sull’importanza dell’essere “Arbitro”. Analizzando con meticolosa cura i vari aspetti della vita quotidiana di un arbitro, Fabrizio si è soffermato su alcuni elementi fondamentali: "Per poter dire di essere dei grandi Arbitri e per poter prefiggersi degli obiettivi – ha dettagliato l’arbitro tivolese – c'è bisogno della conoscenza del Regolamento, di un’ottima preparazione atletica, di tenacia, sacrificio e perseveranza ". Portando poi il suo intervento ad un livello anche interattivo, Fabrizio ha voluto mostrare, con l'aiuto di supporti video, alcuni momenti delle gare da lui stesso dirette, mostrando l’incisività di un provvedimento disciplinare, la sua modalità di esecuzione, il timing con cui effettuarlo correttamente, la necessità di mantenere costantemente alta la concentrazione. Al termine della riunione il Presidente Cazzorla ha invitato Pasqua ad apporre la propria firma sul “Muro degli Ospiti” posto nella sala riunioni sezionale che, col tempo, si è riempito di quanti sono passati dalla Sezione di Aprilia.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente