Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Francesca Di Monte in visita a Pesaro

Luca Foscoli - 29/11/2017, 09:00

Sezione di Pesaro
Un fischietto in rosa per una riunione tecnica di qualità. Giovedì 23 novembre la sezione di Pesaro ha accolto Francesca Di Monte, assistente teatina in forza alla Can PRO e internazionale dal 2016, come ospite sorteggiato a inizio stagione dal Comitato Nazionale. Dopo le consuete disposizioni del presidente sezionale Luca Foscoli e alla presenza di una nutrita platea di associati tra arbitri, assistenti e osservatori, Francesca ha aperto la riunione raccontando del suo lungo percorso arbitrale, iniziato nel 2001 un po’ per caso, su invito di una cara amica. Poi l’esordio, i campi di provincia e all’improvviso una nuova vita, quella da assistente, che l’ha portata non solo a calcare campi in Serie D e Lega Pro, ma dal 2015 anche a viaggiare fuori dai confini nazionali, a confrontarsi con altri direttori di gara e assistenti provenienti da ogni parte del continente e ad arbitrare competizioni europee ad ogni livello, sempre con l’inseparabile bandierina in mano. In tutto questo pochi ma significativi cardini: la sezione, le amicizie maturate tra colleghi, la fatica delle sedute di allenamento, la voglia di crescere ogni giorno per confronto. Ed è proprio sul principio essenziale della crescita per confronto che Francesca ha innestato la seconda parte della riunione tecnica, proponendo una carrellata di video didattici sulle dinamiche di collaborazione tra arbitro e assistenti in particolar modo in caso di fuorigioco, grave fallo di gioco e condotta violenta. A coronare il tutto, una lunga e intensa chiacchierata che ha permesso a tutti gli associati di acquisire una maggiore consapevolezza della meravigliosa complessità di un gioco di squadra che è quello della terna arbitrale. Dopo i consueti (e meritati) applausi, Francesca è stata omaggiata dal presidente Foscoli con un prodotto enogastronomico del territorio pesarese e ci si è poi trasferiti in un locale pesarese per un momento di convivialità.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente