Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Meli: “Nessuna paura ad inseguire le vostre passioni”

Angelo Vannini - 09/12/2017, 14:00

Sezione di Siena
“Non dovete avere paura di inseguire le vostre passioni”. Con questa frase si potrebbe riassumere la riunione tenuta alla Sezione di Siena dall’assistente internazionale Filippo Meli della sezione di Parma. Una serata molto piacevole, iniziata ancor prima dell’orario stabilito, quando Meli si è presentato in anticipo ed è intervenuto al nostro corso arbitri. “Vi consiglio di portare a termine questa avventura, le soddisfazioni che potrebbe darvi, in questo momento non ve le potete nemmeno immaginare” è stato il messaggio rivolto agli aspiranti arbitri. Tempo di cenare e poi di nuovo in aula. Le presentazioni sono affidate al Presidente Sergio Marcocci, poi la parola all'ospite che apre la riunione ad effetto mostrando due foto. La prima risale a di più di venti anni fa, il suo esordio in una partita di mini esordienti, che lo porta a raccontare ai presenti le ragioni che lo spinsero ad iniziare a fischiare: “Un amico che aveva appena iniziato e una carriera calcistica arenata in panchina”. La seconda, dopo un bello sbalzo temporale, ritrae il suo esordio in Champions League a Wembley per Tottenham – Monaco. In mezzo, una vita intera. Una vita fatta di scelte, sacrifici, duro allenamento, ma anche di delusioni e sconfitte, attraversate e superate, combattute e vinte.
Passione, sacrificio, allenamento, questi i temi maggiormente trattati prima di dare spazio a domande e curiosità della platea, che per lo più hanno riguardato la preparazione di una gara di così alto livello, il rapporto con arbitri e calciatori di serie A, lee prime esperienze nell'utilizzo del VAR. Dopo i saluti, ancora il tempo di rispondere ad altre domande, poi i ringraziamenti per una serata largamente vissuta come occasione di crescita collettiva, intensa ed interessante.

In anteprima: il Presidente Marcocci e Meli.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente