Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Presidente Marcello Nicchi all'intitolazione della sede

11/12/2017, 09:00

Sezione di Voghera
Si è tenuta la cerimonia di intitolazione della Sezione di Voghera al suo più illustre Associato, il Dirigente Benemerito Renato Pasturenti, nel 110° anniversario della nascita. Presenti il Presidente Nazionale AIA Marcello Nicchi, il Componente del Comitato Nazionale Alberto Zaroli, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Lombardia Alessandro Pizzi, una folta rappresentanza dei Presidenti delle Sezioni della Lombardia , il Sindaco della Città di Voghera Carlo Barbieri, lo storico Segretario del Voghera Calcio, Ferruccio Chiesa che con Pasturenti ha lungamente collaborato, e tanti Associati Vogheresi.
Renato Pasturenti, dirigente dell'Associazione Italiana Arbitri e della Sezione di Voghera, nato nella città iriense nel 1907, deceduto nel 1993, nel corso della sua lunga carriera dirigenziale ha ricoperto innumerevoli incarichi: fra questi, fu Vicepresidente nazionale durante il periodo di presidenza Campanati, Designatore degli arbitri di Serie A, Delegato Uefa, ma soprattutto per molti anni apprezzato formatore arbitrale e di molti dirigenti dell'Associazione. Il Presidente Nazionale Marcello Nicchi ha ricordato, con commozione, di aver partecipato nei primi anni della sua carriera arbitrale a più raduni di formazione a Coverciano diretti dallo stesso Renato Pasturenti.
Nei 2 anni di Serie B della Vogherese Calcio, Renato Pasturenti fu inoltre allenatore, in seguito segretario della stessa società per alcuni anni.
Dopo il saluto del Sindaco di Voghera e l'introduzione del Presidente della Sezione Diego Nobile, gli altri ospiti hanno ricordato la significativa figura di Pasturenti con appassionati interventi. Un video emozionale, con voce ed immagini di Renato Pasturenti ne ha ricordato le profonde doti umane e la grande passione per l'attività arbitrale.
Al termine della serata, dopo la rituale scopertura della targa intitolativa, e prima di trasferirsi nella suggestiva e prestigiosa location del Castello di San Gaudenzio, gli associati della Sezione di Voghera hanno voluto affidare a Marcello Nicchi, affinché lo custodisca nel nome ed in ricordo di Renato, il medaglione del Premio Aretium, donato a Pasturenti nel 1981 dalla Sezione di Arezzo (la stessa a cui appartiene Nicchi), suscitando grande sorpresa ed emozione nel cuore del Presidente AIA.
Lealtà, correttezza, conoscenza e rispetto delle regole e delle Istituzioni, passione per l'attività arbitrale e spirito di sacrificio sono qualità che Renato Pasturenti ha trasmesso e lasciato in eredità. Sono questi i principi fondamentali che permetteranno di essere Arbitri e Uomini con le iniziali maiuscole, così come lo stesso Pasturenti ha insegnato ad essere e così come avrebbe voluto.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente