Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Full immersion tecnica con Paolo Gregoroni della CAI

Mariateresa Travascio - 13/12/2017, 13:02

Sezione di Moliterno
Lo scorso 4 dicembre la Sezione di Moliterno, nell’ambito del programma dell'AIA centrale che porta arbitri e dirigenti nazionali in tutte le sezioni, ha accolto Paolo Gregoroni della Sezione di Napoli, Componente della Commissione Arbitri Interregionale.
Ad accogliere il gradito ospite oltre agli associati della Sezione “Antonio Rubino” sono stati presenti anche i Presidenti delle Sezioni di Potenza e Policoro, il Componente del Settore Tecnico Franco La Grotta ed in rappresentanza del Comitato Regionale della Basilicata, il Vicepresidente Giuseppe Ielpo.
La riunione è cominciata con una breve presentazione curata dal Presidente di Sezione Cosimo Damiano Cirigliano, nella quale veniva illustrata la carriera di Paolo Gregoroni. Una carriera in veste di arbitro fino alla Serie C, per poi iniziare quella dirigenziale in qualità di Vicepresidente del CRA Campania e proseguirla come Presidente della propria Sezione, prima di arrivare alla CAI.
La parola quindi è passata al gradito ospite che con linguaggio informale e diretto ha saputo coinvolgere e mantenere alta l’attenzione di tutti i presenti.
Il contributo di Paolo si è sostanziato in una lezione tecnica dove, con l’ausilio di filmati di alcune gare della CAI, sono stati portati all’attenzione dei giovani arbitri moliternesi e non solo, numerosi aspetti che caratterizzano la prestazione arbitrale. Gli aspetti trattati prevalentemente sono la capacità di capire i momenti salienti di una partita adeguandone il livello tecnico, la capacità di assumere sempre le decisioni corrette ed i provvedimenti disciplinari adeguati, non lasciandosi condizionare da episodi precedenti.
Il momento interattivo ha coinvolto arbitri e osservatori ad esporre le proprie valutazioni in ordine ai video mostrati, simulando quello che è il confronto tra i due ruoli ogni domenica. Uno sguardo quindi anche al ruolo a cui è chiamato l’osservatore che nel confronto con l’arbitro esamina i momenti caratterizzanti la prestazione e fornisce gli strumenti di crescita. Un ruolo importante che è alla base della formazione degli arbitri.
Due, secondo Paolo, sono i punti da cui partire per assumere decisioni tecniche e disciplinari in maniera corretta: la profonda conoscenza del regolamento e la costante cura della preparazione atletica. Alla fine dell’intervento l’ospite con un po’ di commozione ha ricordato un grande dirigente nonché un grande uomo, Stefano Farina scomparso prematuramente il 23 maggio scorso, con un caloroso applauso spontaneo da parte dell’intera platea moliternese.
Al termine della serata il Presidente Cirigliano e tutti gli associati presenti hanno partecipato al momento conviviale serale, ulteriore momento di confronto con il Componente della CAI.

In copertina: il presidente Cirigliano omaggia l’ospite Gregoroni
In gallery:
- Gregoroni sollecita l’intervento di un arbitro e un osservatore
- Gregoroni e un associato analizzano un episodio
- Gregoroni ricorda Stefano Farina
- Gregoroni e alcuni associati durante un momento conviviale

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente