Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Cuttica (CAN D): «Con passione e fame date sempre il massimo»

Chiara Amicucci - 16/12/2017, 19:05

Sezione di Avezzano
Più che una riunione è stata una serata informale, quella che nella Sezione di Avezzano, lo scorso 1 dicembre, ha visto come protagonista, Gianmario Cuttica, Componente della Commissione Arbitri Nazionale della Serie D. A fare gli onori di casa è stato il Presidente Fulvio Chiantini che, di fronte ad una sala riunione gremita ed arricchita dalla presenza del Presidente del Comitato Regionale dell’Abruzzo, Angelo Giancola, dal Vicepresidente Fabrizio Lanciani e del Componente Nicola Molino, ha ringraziato Cuttica per la gradita presenza. Presenti all’incontro, inoltre, alcuni arbitri, assistenti ed osservatori a disposizione della CAN D.
Dopo un breve saluto del Presidente Regionale Giancola, ad aprire la serata è stata la proiezione di alcune slide, presentate da Giuseppe De Santis, amico di vecchia data di Gianmario, che hanno descritto il ricco percorso arbitrale e dirigenziale di quest’ultimo. Cuttica, dopo otto anni di presidenza al CRA del Piemonte e Valle D'Aosta, è stato nominato Componente della CAN D all'inizio della corrente Stagione Sportiva.
La parola è così passata all'ospite, che con la sua innata e spontanea simpatia ha catturato sin da subito l'attenzione dei presenti. Definendo l'arbitro un mix fra passione e ragione ha esortato i colleghi ad avere sempre “fame” non smettendo mai di mettersi in gioco, ad aggiornarsi ed allenarsi con sacrificio. Giocando con la parola AIA (Associazione Italiana Alibi), Gianmario ha invitato i giovani arbitri a non cercare scuse in una prestazione negativa, a non sentirsi mai arrivati, ma a riconoscere con umiltà i propri errori e a lavorare su se stessi.
Nella seconda parte della riunione, l'ospite, sviscerando la Regola 12, “Falli e scorrettezze”, ha coinvolto i presenti in una interessante discussione ed invitato tutti a leggere il Regolamento che è alla base della crescita di ogni arbitro.
«Lavorate sempre al massimo, qualsiasi ruolo si rivesta, perché nessuno ha la verità in tasca», è stata la conclusione di una riunione che ha lasciato il segno a tutti gli associati presenti. Il lungo applauso finale ha confermato quanto Gianmario ha saputo trasmettere e lasciare a chi con interesse ha seguito la riunione.
I complimenti del Presidente Chiantini non sono tardati ad arrivare, unitamente ad un omaggio da parte di tutta la Sezione, per la splendida serata che Gianmario ha regalato agli arbitri della Sezione di Avezzano.
La serata si è conclusa presso un noto ristorante del luogo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente