Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La figura dell’arbitro, analisi a 360 gradi di Illuzzi della CAN B

Isabella Mastrippolito - 17/12/2017, 08:00

Sezione di Chieti
Preziosa per l'intera Sezione teatina la riunione dello scorso 6 dicembre, che ha visto protagonista l'illustre ospite Lorenzo Illuzzi di Molfetta, arbitro di Serie B.
Introdotto dal Presidente di Sezione, Gianluca Rutolo, con una presentazione della sua carriera arbitrale, Lorenzo ha iniziato a interagire con la folta platea di giovani ragazzi incentrando il suo discorso sui principi fondamentali della carriera di un arbitro; importante ambire ad una prestazione sportiva a livelli ottimali, partendo da un'accurata preparazione in allenamento. Tanti i consigli pratici e tecnici dispensati ai giovani colleghi, maturati con l’esperienza personale e con gli studi che ha condotto in Scienze Motorie. Sono stati esaminati molteplici fattori che influiscono nella crescita arbitrale di ogni associato, partendo dall'alimentazione, passando per la prevenzione degli infortuni, terminando nella gestione degli stimoli e dello stress.
Nella seconda parte della riunione Lorenzo ha spostato il focus sulla preparazione della partita, dal meticoloso studio delle squadre, dell'ambiente e del confronto con i colleghi. Importante, ha sottolineato, è il ruolo che ricopre la Sezione con il continuo scambio di opinioni che ogni arbitro deve avere con i suoi colleghi più esperti.
Analizzati, poi, dei video tecnici che hanno suscitato grande interesse in sala e alimentato le curiosità dei più. Le osservazioni sono state formative per gli arbitri e per gli assistenti presenti, poiché analizzate da molteplici punti di vista. L'ultimo, ma non meno importante, è stato il punto fatto da Lorenzo su quanto concerne il post partita, dall'analisi dell'osservatore a quella introspettiva che rimane sempre la più autentica e formativa.
Al termine della riunione, in cui l’ospite ha trattato la figura arbitrale a 360 gradi, il Presidente Rutolo, ringraziandolo per il prezioso contributo ed i grandi valori espressi, lo ha omaggiato della maglietta con raffigurata la mascotte “Tino” della Sezione di Chieti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente