Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Lezione tecnica con Domenico Messina

23/12/2017, 17:00

Sezione di Busto Arsizio
"Talento, perseveranza, lavoro. Ecco gli ingredienti per la formazione di un arbitro: ricerchiamo il talento, ci appassioniamo con perseveranza e cresciamo col lavoro". Così si è aperta la lezione tecnica della Sezione AIA di Busto Arsizio attraverso la voce di Domenico Messina.
Messina, ex arbitro con alle spalle 192 partite di Serie A, due finali di Coppa Italia e gare internazionali, è ora osservatore arbitrale nel bergamasco in modo da seguire e incentivare i giovani perché loro sono e saranno il futuro dell'AIA.
Dopo aver narrato la sua storia, Domenico ha cercato di interagire con il pubblico presente sottolineando soprattutto l'aspetto "interiore" di un arbitro, ovvero la personalità, l'atteggiamento e la voglia di fare. Saper correre, sapere il regolamento del giuoco del calcio è dato per scontato: se mancassero, sarebbe come costruire un edificio su un terreno poco sicuro. Andrebbe bene ? Vogliamo che tutto crolli ?
Ma non basta soltanto la parte "oggettiva" del mestiere arbitrale: serve tenacia, quella che ancora oggi brilla negli occhi di Messina.
L'attenzione e il silenzio in aula sono stati il giusto benvenuto per l'ospite d'onore che ha saputo intrattenere in chiave umile e sinceramente trasparente la platea della Sezione di Busto Arsizio.
"Un vero arbitro è colui che si interroga, si risponde e risponde, il tutto in un millisecondo".

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente