Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il raduno regionale con molti ospiti nazionali

23/12/2017, 19:00

CRA Piemonte-Valle d'Aosta
Martedì 19 dicembre è stata una giornata di grande rilievo tecnico ed associativo per il Comitato Regionale Arbitri di Piemonte – Valle d’Aosta. Nel pomeriggio, infatti, si è tenuto, presso l’hotel Diplomatic di Torino, l’ultimo incontro formativo per gli arbitri di Eccellenza prima della sosta natalizia.
Il raduno, fortemente voluto dal Presidente Luigi Stella, ha rappresentato un momento di confronto e crescita particolare ed unico, in considerazione della partecipazione di svariati associati nazionali del Comitato, che si sono messi a disposizione per trasmettere esperienze ed attitudini, al fine di donare il proprio supporto ai giovani colleghi dell’elite regionale, dando vita ad un pomeriggio intenso di autentica condivisione tecnica.
Numerosi sono stati gli aspetti trattati: dal briefing, raccontato, anche attraverso la visione di video, dagli arbitri CAN PRO Riccardo Annaloro, Matteo Gariglio e Davide Miele, alla lettura della gara, affrontata dall’arbitro CAN A Gianluca Manganiello, insieme al collega CAN B Marco Serra, passando per l’autocritica e la gestione dell’errore, oggetto dell’intervento dell’arbitro internazionale di futsal Chiara Perona.
Proseguendo, di tecnica si è parlato grazie al contributo di Paolo Calcagno, Componente della CAN PRO, che ha analizzato alcuni episodi attraverso delle clip, donando ai presenti importanti spunti su cui lavorare.
Infine, mentre la sala si faceva gremita, con l’arrivo di tutti gli associati nazionali del Piemonte e della Valle d’Aosta, giunti per la chiusura dei lavori del raduno e la serata conviviale prenatalizia, il Responsabile del Settore Tecnico AIA Alfredo Trentalange è intervenuto con una relazione di grande spessore tecnico e motivazionale, facendo comprendere ai presenti l’importanza della condivisione e del mutuo aiuto, presentando altresì i videotest utilizzati nel corso dei raduni Talent e Mentor, fondamentali strumenti di crescita, per il raggiungimento della migliore uniformità.
La serata è così proseguita, dopo un ulteriore momento di saluto da parte dell’assistente internazionale Riccardo Di Fiore, con una gradevole cena conviviale all’insegna dell’amicizia, fattore comune di chi vive l'Associazione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente