Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Allenamento e riunione tecnica con l’internazionale Doveri

Francesco Leone - 15/01/2018, 10:36

Sezione di Catanzaro
Daniele Doveri, neo arbitro internazionale, ha preso parte alla riunione tecnica dello scorso 8 gennaio presso la sala “Ubaldo Grani”, della Sezione “Antonio Gualtieri” di Catanzaro.
Il gradito ospite aveva iniziato la sua giornata catanzarese recandosi, nel primo pomeriggio, presso il Centro Federale di Catanzaro Sala, ove aveva effettuato, insieme agli entusiasti arbitri ed assistenti della Sezione di Catanzaro, la sua quotidiana seduta di allenamento.
Daniele Doveri, pertanto, ha offerto l’occasione, ai giovani colleghi catanzaresi, di vivere un’esperienza umana e sportiva, unica e stimolante, che li ha notevolmente arricchiti e caricati.
Francesco Falvo, Presidente della Sezione di Catanzaro, ha aperto i lavori, consegnando a Vittoria Scarpino, direttore amministrativo del “Centro Calabrese di Solidarietà” - ente non profit che si occupa delle persone disagiate ed emarginate - la somma di mille euro, importo frutto della generosità delle sezioni calabresi che avevano partecipato, lo scorso luglio, al torneo di beneficienza “Io tifo x l’arbitro”, organizzato dagli arbitri catanzaresi.
Doveri, introdotto da un bel filmato realizzato da Fabrizio Colosimo e Fabio Garcea, ha iniziato il suo apprezzato intervento, precisando che le sue parole erano, principalmente, indirizzate ai colleghi inquadrati nell’Organo Tecnico regionale e sezionale, in modo da fornire loro uno stimolo per proseguire con slancio nell’arbitraggio.
L’illustre relatore ha puntualizzato, subito, il seguente concetto: l’allenamento è la base fondamentale dell’attività arbitrale.
Daniele ha evidenziato che arbitrare è la cosa più importante tra le cose meno importanti; per tale motivo, per arbitrare bene, occorre allenarsi, in quanto senza allenamento non si cresce e non si può raggiungere alcun risultato.
Puntualizzato e chiarito tale concetto, il relatore ha offerto in visione moltissimi filmati, relativi a gare da lui dirette sin dal suo esordio nel campionato di Serie “B”, per illustrare, all’attenta platea, la preparazione alla gara e gli errori che non bisogna commettere.
Daniele Doveri ha evidenziato che l’arbitro non deve mai essere impreparato: si deve, quindi, allenare, studiare le tattiche utilizzate dalle squadre, informarsi e cercare di conoscere ogni dettaglio sulle squadre ed i calciatori, in modo da non essere colto di sorpresa in campo.
La visione delle immagini ha fornito, al relatore, l’occasione per soffermarsi, interagendo con la platea, su alcuni concetti cardine della prestazione arbitrale: la concentrazione; l’equilibrio; la capacità di cogliere segnali durante lo svolgimento della partita, per adeguare il proprio comportamento alle diverse esigenze della gara; la tempestività degli interventi in occasione dei provvedimenti disciplinari; la cura del dettaglio, perché sono sempre i particolari a fare la differenza.
L’ospite, infine, ha puntualizzato che una dote non deve mai mancare all’arbitro: il coraggio. Occorre sempre avere il coraggio di decidere. Ha quindi concluso il suo applauditissimo intervento rimarcando il seguente concetto: occorre un impegno costante nell’allenamento, nello studio del regolamento, nel confronto tra colleghi, soprattutto con i veterani; per il resto il coraggio, altra importante componente, agli arbitri calabresi non manca.
La bella serata si è conclusa con le premiazioni, da parte di Daniele Doveri, di Michele Arcadia, Presidente della Sezione di Catanzaro fino al 1986, e dei giovani arbitri che avevano diretto, nel fine settimana, il Torneo della Befana.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente