Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La consegna dei premi sezionali con Giancarlo Perinello

Raffaele Sciretti - 25/01/2018, 10:00

Sezione di Mestre
L’attività di una Sezione arbitrale si nutre e sostiene del lavoro, spesso celato, di molti suoi associati. E così, il più era già stato fatto; ai membri del Consiglio Direttivo ed ai ragazzi dello staff coinvolti per l’occasione non restava che attendere gli oltre 150 tra Associati, familiari ed ospiti che di lì a poco sarebbero arrivati. La location non è una novità, ma una solida conferma: Antica Hostaria Baracca a Trebaseleghe. La qualità del menù proposto e la dimensione della sala atta ad accogliere i quasi centosessanta invitati erano un plus cui non si poteva rinunciare.
A fare gli onori di casa il Presidente sezionale Giancarlo Muriotto che nel suo consueto discorso introduttivo ha tracciato un bilancio dell’annata. A seguire, l’introduzione degli ospiti a partire dal Componente del Comitato Nazionale Giancarlo Perinello, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri del Veneto Dino Tommasi, il Presidente della LND del Veneto Giuseppe Ruzza.
Ai discorsi introduttivi di saluto, ha fatto seguito la consueta cena, un grande momento conviviale che ha visto sedere attorno ai medesimi tavoli sia le nuove e nuovissime leve sezionali così come gli osservatori ed i vari dirigenti sezionali. Da rilevare, come ogni anno, l’ampia partecipazione di familiari e morosi/e degli associati, altro motivo di soddisfazione per chi si è a lungo impegnato per la perfetta riuscita di questo evento.
Al termine della cena si sono svolte le tanto attese cerimonie di consegna dei Premi sezionali con una attesissima novità. Quest’anno ha infatti visto l’istituzione del nuovo Premio promosso dall’Arbitro Benemerito Aurelio Angonese nonché la formulazione di un nuovo premio sezionale che per l’attuale Stagione Sportiva è stato dedicato alla memoria dell’associato Daniele Scaramuzza. Il premio quale Associato nazionale distintosi è andato ad Andrea Marton, punta di diamante della Sezione nel Beach Soccer. Molto toccante è stato il di lui ricordo celebrato dall’amico associato Massimo Comelato, che lo ha ricordato innanzi tutto come amico senza mancare di celebrarne i successi arbitrali, che lo hanno visto militare nella massima serie nazionale negli anni ’80.
E’ stato quindi Aurelio Angonese a presentare il premio da lui istituito, arricchendo di contenuti emotivi e motivazionali la consegna al giovane e promettente associato Simone Trevisan (in forza alla CAI) con la forte indicazione che “Bisogna crederci!” proprio a lui rivolta. Ma Aurelio ci ha tenuto a premiare anche gli altri due associati che si sono contesi il premio, gli arbitri Vittorio Branzoni e Alex Piccoli, tributando loro altre esortazioni a procedere nel loro percorso di miglioramento e crescita personale.
Al momento della consegna della Borsa di Studio “Roberto Tomaello” (giunta quest’anno alla quarta edizione) c’è stato un piccolo colpo di scena… La presentazione ed i saluti sono stati fatti nientedimeno che dall’arbitro Internazionale Daniele Orsato che, in collegamento telefonico ci ha tenuto a far sentire la propria presenza ed arricchire il ricordo dell’amico Roberto Tomaello. La Borsa di studio è stata consegnata a Marco Oliveri, distintosi per doti tecniche e scolastiche. Tributati anche i consueti Premi sezionali relativi alla Stagione Sportiva scorsa: come associato distintosi a livello regionale (Premio “Flavio De Carli”) è stato premiato l’osservatore Mario Schembri; a Giovanni Sartori è andato il Premio “Vittorio Cagnin” tributato all’osservatore distintosi a livello sezionale. Il consueto fischietto d’argento, Premio in memoria di Mario Rorato e riservato all’arbitro distintosi a livello sezionale, è stato consegnato ad Alberto Fantin.
In chiusura i saluti di Giancarlo Perinello, di Dino Tommasi e la chiosa conclusiva del Presidente Giancarlo Muriotto, con il consueto augurio di giungere “carichi” sino al termine della Stagione.

(foto di A. Romanello)

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente