Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN 5, inizia a Tivoli il raduno di metà Stagione di arbitri e osservatori

Lorenzo De Robertis - 26/01/2018, 22:48

Si è aperto in mattinata lo stage di metà campionato riservato ad arbitri ed osservatori del primo gruppo dell’organico CAN 5, che si concluderà domani. Per lo stage parallelo dei prossimi 2 e 3 febbraio saranno convocati invece arbitri e osservatori del secondo gruppo. La suddivisione si è resa necessaria per motivi organizzativi e logistici.
La “squadra” a disposizione del Responsabile Anglo Montesardi si è ritrovata a Tivoli per fare il punto di eventuali criticità emerse nella prima parte del campionato, ma soprattutto per effettuare un “tagliando” tecnico in vista dello sprint finale dei tornei.
Dopo aver svolto le consuete verifiche degli ottimali livelli biometrici di ciascun arbitro, nel primo pomeriggio Montesardi ha dato il via ufficiale al raduno presentando alla folta platea l’avvocato Renato Giuffrida, Giudice Sportivo della Divisione Calcio a 5.
Giuffrida, con la consueta istrionica oratoria, ha intrattenuto i partecipanti al raduno cercando di offrire chiarimenti circa alcune (rarissime) criticità emerse e spronando gli arbitri a continuare ad esprimersi sugli alti “standard” di refertazione.
Dopo aver ringraziato e congedato il prestigioso ospite, il Responsabile della CAN 5, introducendo ed illustrando il programma dei lavori, ha ribadito i concetti relativi alla “forza del gruppo”, all’importanza di cercare sempre di ottenere, arbitri ed osservatori, una omogenea linea valutativa.
Entrando nel vivo degli ambiti tecnici, con l’ausilio di numerosi contributi filmati, Montesardi ha poi posto l’attenzione sui concetti relativi alle verifiche preliminari al fischio d’inizio e alla corretta integrazione fra le prestazioni di cronometrista e terzo arbitro e alla corretta gestione dei componenti delle panchine.
L’interessante sessione di “match analysis” è proseguita affrontando le tematiche inerenti le sostituzioni, le procedure per intervenire al meglio in occasioni di infortuni a calciatori e delle corrette modalità per l’effettuazione delle riprese di gioco.
Nel corso del pomeriggio gli osservatori hanno proseguito i loro lavori in maniera separata e sotto la guida dei Componenti Salvatore Racano, Laura Scanu e Francesco Peroni, hanno approfondito alcune tematiche inerenti la corretta valutazione della prestazione e l’omogenea individuazione del grado di difficoltà delle gare visionate.
In serata altra sessione di lavoro congiunta fra arbitri ed osservatori, sessione nella quale sono stati svolti anche i test tecnici a cura del Settore Tecnico dell’AIA. La Coordinatrice per il Calcio a 5, Francesca Muccardo, nel suo intervento di saluto che ha preceduto la somministrazione dei test tecnici effettuati con le consuete modalità, ha voluto significare ai presenti i sentimenti di affetto e vicinanza di tutto il Settore Tecnico ed in particolare del suo Responsabile Alfredo Trentalange.
I lavori proseguiranno nella giornata di domani con altri interessanti momenti di confronto e con lo sviluppo e l’approfondimento, sempre con l’ausilio di numerosi video, di tematiche strettamente legate alla corretta gestione della prestazione arbitrale.

Nella foto di copertina la platea degli arbitri ed osservatori della CAN 5. In gallery il Giudice sportivo Renato Giuffrida, il Responsabile CAN 5 Angelo Montesardi, altri momenti della giornata, Francesca Muccardo del Settore tecnico, la CAN 5 al completo

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente