Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

“Il Primo Fischio” durante il Corso Nazionale

Francesco Leone - 17/02/2018, 09:00

Sezione di Catanzaro
Lo scorso 5 febbraio si sono svolti, presso i locali sezionali, gli esami dell’ultimo Corso Nazionale per aspiranti arbitri di calcio organizzato dalla Sezione “Antonio Gualtieri” di Catanzaro. L’organizzazione ha riscosso un buon successo: oltre 30 persone avevano presentato la domanda. Alle lezioni, iniziate lo scorso 29 novembre, hanno preso parte 25 ragazzi.
Il Corso, diretto e coordinato da Salvatore Pingitore, è stato istruito, con grande entusiasmo e professionalità, da Fabrizio Colosimo e Francesco Zangara. Si è articolato in tre lezioni alla settimana ed è stato svolto seguendo le direttive ed utilizzando il materiale didattico del Settore Tecnico dell’AIA.
Gli aspiranti arbitro, inoltre, hanno partecipato ad una manifestazione, denominata “Il Primo Fischio”, che è stata ideata e realizzata, dalla Sezione, appositamente per loro.
L’evento, svoltosi presso il Centro Federale di Catanzaro, ha avuto uno scopo didattico e pratico: tutti i corsisti hanno avuto la possibilità, per la prima volta nella loro vita, di arbitrare una gara.
Nell’occasione, infatti, era stata organizzata, fra i partecipanti, una partita di calcio e ciascun aspirante arbitro aveva avuto la possibilità di dirigerla per qualche minuto.
L’incontro, inoltre, aveva offerto l’occasione agli istruttori ed ai responsabili del Settore Giovanile della Sezione, Paolo Talarico e Fabrizio Badolato, di illustrare, concretamente, le diverse sfaccettature della prestazione arbitrale e del comportamento dell’arbitro.
Ultimate le lezioni, 17 aspiranti arbitri hanno sostenuto gli esami, il cui numero, molto probabilmente, salirà di ulteriori sei unità nelle prossime settimane, perché alcuni ragazzi non sono riusciti ad ottenere il prescritto certificato medico in tempo.
Tutti hanno superato, brillantemente, i quiz tecnici, la prova selettiva per eccellenza.
La Commissione di Esami, presieduta dal responsabile del Fustal del Comitato Regionale della Calabria, Ercole Vescio, al termine della prova orale, in cui tutti i candidati hanno dimostrato una buona conoscenza del regolamento, ha promosso i 17 giovani, tra cui una ragazza ed un ragazzo di origine marocchina.
Il dato più interessante, oltre al buon numero dei nuovi arbitri, è rappresentato dalla loro giovane età, che è di 19 anni. Pertanto, nuova linfa è stata immessa nell’Associazione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente