Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Credere ai propri sogni

Caterina Mascaretti - 28/02/2018, 09:00

CRA Marche
“L’importante è credere sempre nei propri sogni”: con queste parole di Angelo Galante si è aperto il raduno svoltosi ad Ancona sabato 24 febbraio e che ha coinvolto gli arbitri dell’organico regionale di Futsal, fortemente voluto dal presidente del Comitato Regionale Marche Carlo Ridolfi. Galante, presidente della Sezione di Ancona, ha condiviso alcuni momenti della sua recente esperienza a Lubiana, in occasione degli Europei di Futsal, dove insieme all’altro italiano Alessandro Malfer ha diretto la gara valida per i quarti di finale tra Ucraina e Spagna.
Durante la giornata si è respirata un’atmosfera familiare, anche in presenza di un altro ospite, Massimo Cumbo, attualmente Responsabile del Servizio Ispettivo Nazionale dell'AIA e uno dei massimi esponenti del panorama del Futsal Italiano, che ha condiviso con la platea aneddoti e consigli. Spazio anche ad un gentile omaggio consegnato a Laura Gigli, associata della Sezione di Macerata, che pur essendo in organico regionale è stata designata per la gara Atletico Chiaravalle - San Marzano, valevole per il campionato nazionale di Serie A2 Femminile.
L’attenzione dei relatori della giornata, gli Organi Tecnici Regionali (OTR) Francesco Pagnotta e Mauro Albertini, coadiuvati da Gianluca Mastri, si è poi concentrata sul tema rilevante della collaborazione: per coloro che si ritrovano, salendo a livello regionale, a dover dirigere una gara in coppia, è fondamentale essere “camaleontici”, in modo da adeguarsi all’altro, al punto di diventare agli occhi di chi gioca e di chi guarda un’unica persona. Dopo l’ulteriore intervento del Rappresentante regionale delle Società di Futsal Marco Capretti, che ha fatto il punto sulla collaborazione tra arbitri e squadre nel corso nella stagione, si sono svolti i video quiz: gli associati hanno dovuto individuare il corretto provvedimento tecnico e disciplinare da adottare nel frangente di gioco oggetto dei video, discutendo poi insieme delle varie situazioni presentate.
Nel corso della giornata l’ambiente sereno e stimolante che si è creato ha permesso anche ai componenti sezionali presenti, invitati eccezionalmente a questo raduno, di entrare al meglio nell’ottica di poter sempre raggiungere i propri obiettivi, con la consapevolezza di dover affrontare ogni gara e ogni momento associativo con impegno e concentrazione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente