Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Serata all’insegna del futsal con Marcello Toscano della CAN 5

Giovanni Aruta - 02/03/2018, 12:00

Sezione di Agropoli
Quella dello scorso 16 febbraio è stata una serata all’insegna del Futsal per la Sezione di Agropoli “Antonio Mandia”. Durante la consueta riunione tecnica, infatti, i fischietti cilentani hanno avuto il piacere di ospitare il Componente della CAN 5 Marcello Toscano, della Sezione di Ercolano, accompagnato dal Responsabile regionale del Calcio a 5 Vincenzo Francese, di Battipaglia. I due ospiti sono stati accolti con calore dal presidente Donato Nicoletti che ha fatto gli onori di casa introducendoli alla platea, dove seduti anche i tanti ragazzi neo immessi che hanno ancora poca confidenza con il mondo dell'AIA; poi, esprimendo felicità e ringraziandoli pubblicamente per la loro presenza, ha ceduto loro la parola.
Il primo ad intervenire è stato Vincenzo Francese che ha portato i saluti del Presidente Virginio Quartuccio e di tutto il Comitato Regionale della Campania. Dopo un rapido appunto dedicato agli arbitri in forza all'organico regionale del Calcio a 5, in cui si è parlato dell’andamento stagionale, Francese ha introdotto il Componente CAN 5, facendo menzione di alcuni dei più importanti risultati ottenuti durante la sua brillante e ultradecennale carriera da arbitro nazionale e successivamente da dirigente.
Prendendo la parola, Marcello Toscano ha ringraziato per l’invito e l'accoglienza riservatagli dalla Sezione cilentana, portando il saluto del Responsabile Angelo Montesardi. A questo punto si è entrati nel vivo della riunione, quando il Componente ha provveduto a presentare la Commissione di cui fa parte e ad illustrare gli imponenti numeri della CAN 5 e del futsal italiano in termini di arbitri (331), osservatori (110) e gare designate (oltre 5.500), che ne fanno l’organico nazionale più numeroso dopo la CAN D.
Ha poi illustrato il portale esclusivo che gli arbitri hanno a disposizione e che consente di monitorare costantemente l’andamento tecnico e fisico, sino ad arrivare all’analisi dello stile arbitrale di ognuno tramite il rilevamento delle sanzioni tecniche e disciplinari, in modo da poter comprendere quali sono gli aspetti principali da migliorare.
Infine ha mostrato alla sala gremita una serie di filmati con lo scopo di far comprendere i prestigiosi contesti nei quali operano gli arbitri del futsal, ponendo l'accento sulle eccellenze arbitrali italiane in ambito internazionale, oltre ad evidenziare tramite i filmati stessi le principali differenze e peculiarità del regolamento rispetto a quello del calcio a 11, coinvolgendo direttamente gli astanti ed interagendo in tal modo con la platea.
I video sono stati in tal modo analizzati e discussi da un punto di vista tecnico, mettendo in risalto, oltre ad episodi particolari, quelle che sono le maggiori caratteristiche che un arbitro deve possedere per poter eccellere in questi contesti: grande personalità, perfetta concentrazione, preparazione tecnica ed atletica e doti comportamentali.
La riunione si è così conclusa, non prima di un piacevole scambio di omaggi tra il Presidente Nicoletti e i due ospiti, con tutti i presenti che sono tornati a casa certamente arricchiti dalle preziose parole ascoltate durante la serata.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente