Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Giovanni Stevanato al Raduno FIFA in Qatar

Filippo Faggian - 06/03/2018, 19:00

Sezione di Mestre
Dal 19 al 23 febbraio 2018 appuntamento importante per Giovanni Stevanato: in Qatar, a Doha, si è tenuto il periodico seminario FIFA al quale erano presenti circa 100 tra Referee Instructors e Fitness Instructors per un corso di aggiornamento e studio del regolamento e la corretta interpretazione delle regole del giuoco. Il seminario è stato aperto da Pierluigi Collina, Presidente della FIFA Referee Committee; a seguire è intervenuto Hany Ballan, Presidente della Federazione Calcistica del Qatar (QFA). Non sono mancati linee guida e approfondimenti da parte del Direttore Tecnico Arbitrale FIFA Massimo Busacca. L’Italia si è dimostrato il Paese più rappresentato con 5 Istruttori: per gli arbitri oltre a Giovanni Stevanato era presente Alfredo Trentalange, Responsabile del Settore Tecnico.
Giorni intesi di lavoro che sono sviluppati alternando momenti formativi al mattino sul terreno di giuoco ed al pomeriggio in aula: con la formazione di gruppi di lavoro di volta in volta sono stati proposti esercizi tecnici con l’aiuto di calciatori e arbitri qataraini. In aula, invece, i gruppi di lavoro hanno analizzato ed approfondito situazioni di giuoco con l’obiettivo di ricercare la corretta valutazione passando attraverso l’assimilazione dei concetti regolamentari che devono guidare gli arbitri nel processo decisionale a tutti i livelli. Agli istruttori è stata sottolineata l’importanza della metodologia nell’insegnare il regolamento cercando sempre di coinvolgere i partecipanti e renderli parte attiva dell’analisi delle situazioni di giuoco: importante procedere per gradi mirando a risolvere i casi più difficili per cercare un’uniformità tecnica fondamentale. “La ‘parola-chiave’ che può riassumere il concetto principale emerso nel corso del seminario è ‘posizione’” ha detto Giovanni analizzando il concetto basilare che caratterizzi l’arbitraggio moderno. Per arbitro ed assistente la corretta posizione è l’elemento principale che definisce e caratterizza la sua performance, ma dietro al concetto di posizione c’è necessariamente un grande lavoro ed un impegno costante, mirato e non casuale. “Vuol dire sentirsi e dimostrarsi preparati e allenati” ha sottolineato Giovanni che prosegue “L’arbitro deve essere profondo conoscitore del regolamento per avere la capacità di leggere ed anticipare il giuoco”. Importante anche la capacità di soffrire per “fare quel passo in più”, quel movimento in più per cercare l’angolo di visione migliore per giudicare: concetto facile a dirsi, ma difficile a farsi in forma costante durante la gara.
Presente anche il prof. Carlo Castagna, Metodologo dell’allentamento degli arbitri della CAN A, uno tra i più preparati e stimati Fitness Instructors presenti al seminario definito da Giovanni “Un vero luminare per l’allenamento degli arbitri”; per questo, insieme, hanno studiato e proposto un esercizio che unisse l’aspetto fisico con quello tecnico degli assistenti arbitrali. E’ nato così il “Repeat sprint Agility for ARs” che è stato l’unico esercizio eseguito due volte ed in due sessioni differenti a sottolinearne l’efficacia e l’apprezzamento generale.
Non solo didattica in aula: tutti gli istruttori il mercoledì sera sono andati allo stadio di Doha per vedere, in qualità di osservatori, la partita di Champion League Asiatica (AFC) El Saad (QAT) contro Perspolis (IRN) finita 3-1 diretta da un arbitro di Singapore e visonata da un osservatore giapponese. L’obiettivo? Approfondire cosa e come osservare la prestazione dell’arbitro, ma soprattutto come aiutare l’arbitro a migliorare evidenziando gli aspetti positivi e quelli in cui fare meglio.
Impegno, tecnica e grande soddisfazione per Giovanni Stevanato che in questa intensa settimana a Doha ha vissuto momenti di alta formazione tecnica condividendo l’esperienza con i migliori istruttori FIFA. Prossimo impegno per lui in aprile a Malta in occasione del periodico corso per assistenti arbitrali a disposizione dell’UEFA.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente