Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La passione e la competenza di Gabriele Gava

Gian Franco Lo Muzio - 16/04/2018, 08:00

Sezione di Verona
Si sta per chiudere per questa Stagione il programma di riunioni della Sezione “Umberto Sinico” di Verona quest’anno in particolare ricco di ospiti di una certa caratura. Lo scorso 9 aprile la Sezione ha avuto l’onore di avere come relatore l’ex arbitro CAN A ed attuale Componente della CAN A Gabriele Gava. Ad aprire la riunione è stata la presentazione del Presidente sezionale Mario Gennaro agli associati di diciassette nuovi arbitri, tra cui Sara Ferrari in rappresentanza del gentil sesso.
A seguire l’umiltà di Gabriele è la prima caratteristica che si è evidenziata, emersa sia dalle parole di benvenuto da parte del Presidente Gennaro, sia dalla forte volontà di Gava di non mancare all’appuntamento veronese, nonostante la sua presenza qualche ora prima a Firenze dove si premiava il compianto collega Stefano Farina. Ed è proprio da Stefano che ha avuto inizio la riunione, dalle sue capacità professionali e doti umane ricordate da Mario Gennaro e da Gabriele Gava, per poi entrare subito nel vivo della riunione che ha visto come protagonisti praticamente tutti i presenti in platea. In particolare è emerso il coraggio delle nuove leve, dei diciassette nuovi arbitri che hanno preso parte alla discussione come fossero dei veterani. Merito senza dubbio di Gabriele, capace di rendere ognuno partecipe ed allo stesso tempo stupito di come tutti siano riusciti a dare il proprio contributo, dai più giovani ai meno giovani. Niente teoria ma soprattutto tanta pratica nei video presentati dal relatore con argomento la Regola 12 ed in particolare la sottile differenza da grave fallo di giuoco e condotta violenta. Un aspetto fondamentale del regolamento, come affermato da Gava, affinché da una parte sia compilato correttamente il referto arbitrale e dall’altra sia alimentato quel connubio tra AIA e FIGC e nello specifico tra arbitro e Giudice Sportivo.
Notevole l’interesse dei presenti che ha fatto scorrere veloce le lancette dell’orologio senza che emergesse alcun segno di stanchezza, tra video che han visto come protagoniste categorie dall’Eccelenza alla serie A, fino alla Confederation Cup.
La chiusura della riunione è stata poi nuovamente riservata al ricordo di Stefano Farina, a dimostrazione del legame di stima ed amicizia che non può che unire ancora il grande arbitro a Gabriele Gava e a tutti gli appassionati di sport. Prima di lasciare Verona Gabriele è stato omaggiato dal Presidente Mario Gennaro e soprattutto è stato di grande compagnia nella lunga tavolata a conclusione di una serata che verrà ricordata con piacere, in attesa di averlo nuovamente come ospite presso la Sezione scaligera.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente