Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Settore Tecnico incontra i Referenti atletici di CRA e CPA

Manuela Sciutto - 24/08/2018, 10:30

Nelle giornate di mercoledì 22 e giovedì 23 agosto, il raduno della CAN D, per il terzo anno consecutivo, ha ospitato i Referenti regionali atletici di CRA e CPA su iniziativa del Settore Tecnico e con la condivisione del progetto da parte del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi e del Comitato Nazionale.
Il raduno è stato aperto da Francesco Milardi, Vice-Responsabile del Settore Tecnico, che dopo aver portato ai presenti i saluti del Responsabile Alfredo Trentalange e degli altri Vice-Responsabili Luca Gaggero (area nord) e Duccio Baglioni (area centro), si è dichiarato molto soddisfatto della collaborazione che i Referenti regionali hanno dimostrato nel corso degli anni.
In seguito, il Responsabile della Commissione della CAN D Matteo Trefoloni ha spiegato le ragioni dell’incontro: “I test a livello nazionale vengono eseguiti facendo rispettare il protocollo in modo molto rigoroso, pertanto occorre che anche il livello regionali si conformi a tale”. L’aspetto atletico, non solo non deve essere sottovalutato, ma anzi, deve essere valorizzato in quanto elemento fondamentale per una buona riuscita della gara. Solo se l’arbitro è vicino all’azione è credibile e la credibilità è l’elemento di base di ogni singola decisione. La selezione che l’Organo Tecnico è chiamato a fare passa anche da questo aspetto, pertanto grande è la responsabilità dei dirigenti regionali che soltanto applicando le linee guida impartite dal Settore Tecnico in modo professionale riescono a dare ai ragazzi la possibilità di realizzare i propri sogni.
Durante l’incontro, infatti, il Settore Tecnico, rappresentato dal Vice Responsabile con i Componenti del modulo preparazione atletica Vincenzo Gualtieri, Andrea Zappi, Enzo Meli (Responsabile modulo formazione e perfezionamento) e Maurizio Pozzoli (modulo formazione) ha invitato ciascun Referente a confrontarsi e a trasmettere ai presenti la propria esperienza. Al fine di una applicazione uniforme, sulla base di un confronto reciproco, sono state impartite le linee guida che tutti i Referenti regionali atletici di CRA e CPA dovranno rispettare nel corso dell’intera Stagione Sportiva e che dovranno trasmettere anche ai Referenti atletici sezionali.
I lavori si sono svolti, non solo in aula, ma anche sul terreno di giuoco con i Componenti del modulo della preparazione atletica. Sono state simulate varie situazioni di allenamento, in particolare è stata tenuta una lezione sulla tecnica di esecuzione dei test obbligatori per gli arbitri e gli assistenti: YO-YO test, 40 m, ARIET test, 10-8-8-10 e 5 x 30. Dal momento che una non corretta esecuzione del test ha come conseguenza la perdita di tempo e un notevole affaticamento muscolare, incidendo pertanto negativamente sul risultato della prestazione oltre a comportare un serio rischio d’infortuni, i preparatori hanno spiegato le tecniche e gli esercizi per evitare una non corretta esecuzione. Sono state inoltre illustrate le diverse metodologie di allenamento da adottare per la preparazione dei test atletici.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente