Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il raduno precampionato di arbitri, assistenti ed osservatori

Chiara Perona - 03/09/2018, 16:00

CRA Piemonte Valle d'Aosta
Si è svolto nella consueta location di Borgaro Torinese da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre il raduno precampionato per gli arbitri, assistenti ed osservatori dell’organico di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria del Comitato Regionale Piemonte – Valle d’Aosta.
Nelle prime due giornate, è stato il turno degli arbitri delle due massime serie regionali, raggiunti il sabato dagli assistenti, mentre la domenica ha visto protagonisti i giovani della prima categoria e gli osservatori tutti.
Un raduno intenso, dunque, all’insegna della tecnica, della condivisione e dei valori, per porre le basi di una stagione che si preannuncia ricca di occasioni e di impegni.
Come ha da subito evidenziato il Presidente Luigi Stella, essere un arbitro regionale significa rappresentare un punto di riferimento per i giovani della propria Sezione, è un momento fondamentale nella formazione di un direttore di gara, in cui debbono essere appresi e compresi i comportamenti da tenersi, la miglior organizzazione nell’approccio alla gara, nell’effettuazione delle trasferte e nella gestione del briefing con il resto del team.
Nel corso delle tre mattinate, i test atletici, svolti sotto l’occhio attento della Commissione sul sintetico del campo sportivo di Borgaro Torinese, hanno evidenziato una preparazione complessivamente soddisfacente da parte dei convocati, indice di una accresciuta professionalità e consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo.
In apertura di raduno, è stato il momento per il ricordo commosso e sincero dell’indimenticato Sergio Gonella, recentemente mancato ed al quale è stato dedicato un lungo applauso da parte di tutta la platea, prima dell’inizio delle riunioni.
Per il Settore Tecnico, oltre ad avere avuto l’onore di ricevere la visita del Responsabile Alfredo Trentalange, che mai fa mancare il proprio supporto e la propria vicinanza, i componenti Marco Leali, Andrea Sorrentino e Cristina Anastasi hanno presentato in modo chiaro ed esaustivo la Circolare 1, rispondendo con grande disponibilità alle domande dei presenti e somministrando altresì i quiz regolamentari.
Nel pomeriggio di sabato, il cuore del raduno, con l’arrivo del Componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari ed il suo intervento in riunione plenaria, di fronte ad un esercito di 200 associati, oltre a tutti gli ospiti ed ai presidenti di Sezione, giunti a Borgaro per seguire i lavori dei propri giovani e per la prima consulta della Stagione.
“Siate grati nei confronti delle vostre Sezioni e dei vostri presidenti” ha esortato con grande verve Carbonari “in quest’AIA il vertice è vicino alla base ed ognuno di voi è artefice del proprio destino: non dovete cercare alibi, la chiave per il successo è il lavoro, l’allenamento, in primis il superamento dei test atletici”.
Concetti fondamentali questi, nella cultura dell’impegno e della dedizione propugnata dal Comitato, al quale nel corso della due giorni è stato più volte fatto riferimento.
Un raduno particolarmente di qualità, quindi, in cui si sono alternati momenti di match analysis riferiti a gare dei Campionati regionali, chiarimenti di carattere tecnico e comportamentale, condivisione di esperienze, anche grazie al supporto degli arbitri e dei dirigenti nazionali che – nel corso dei tre giorni – hanno visitato il raduno per portare il loro contributo.
L’arrivederci è, così, alla settimana prossima, con il raduno riservato agli arbitri ed agli osservatori di futsal.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente