Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Cristina Cini unica italiana al Mondiale femminile in Cina

Danilo Filacchione - 12/07/2007, 18:15

Partirà per il Mondiale Femminile Cina 2007 in qualità di riserva, ma è comunque una grande risulltato per la nostra Cristina Cini, assistente internazionale che ha già mostrato le sue qualità nel calcio che conta, in Italia e all'estero. E' stata inserita anche lei nella lista dei 14 arbitri e 27 assistenti che dirigeranno le gare del Mondiale Femminile che si disputerà dal 10 al 30 settembre nel più popoloso paese del mondo con i suoi 1,3 miliardi di abitanti. Un numero che rappresenta una garanzia per le presenze copiose sugli spalti, un pubblico abituato seguire anche in 100.000 amichevoli internazionali o gare di calcio femminile, come queste che si disputeranno in 5 località della Cina orientale. La città di maggior rilievo - infatti vi si disputerà la gara di apertura e la finale - sarà Shanghai. Le altre sedi Hangzhou, Wuhan, Chengdu, Tianjin. Gli stadi, tutti modernissimi, hanno una capacità tra i 31.000 e i 60.000 posti a sedere. Partecipano al Mondiale 16 squadre, di cui 5 europee. Con la Cini partiranno 5 arbitri donna europee, tra loro la tedesca Beck e la svizzera Petignat, da tempo già arbitro della massima serie elvetica e unica donna ad aver arbitrato una gara di Coppa UEFA maschile. Nove invece le assistenti del vecchio continente che insieme all'assistente della Sezione AIA di Firenze, hanno staccato il biglietto per la competizione. Purtroppo dopo due anni di selezioni e preparazione non sono riuscite a far parte del gruppo delle prescelti altre due nostre candidate in lizza, l'arbitro Anna De Toni e l'assistente Romina Santuari. Quindi avere un'italiana in Cina, anche se componente una delle due terne di riserva, rimane comunque una soddisfazione e conoscendo la profonda serietà e professionalità di Cristina si può star certi che si farà sicuramente trovare pronta qualora la FIFA dovesse ritenere nel corso della competizione qualche assistente non al top e di conseguenza chiamarla a scendere in campo. Per lei è il secondo Mondiale, dopo quello Under 20 disputatosi in Thailandia nel 2004 assieme ad Anna De Toni.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente