Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Qualificazioni Mondiali 2010: in campo Rizzoli e Rosetti

Davide Garbini - 04/09/2009, 11:48

Tornano le gare di qualificazione ai prossimi Campionati del Mondo: per Ungheria – Svezia, in programma a Budapest sabato 5 settembre alle ore 20:00 allo stadio Ferenc Puskas, la FIFA ha designato Nicola Rizzoli. Rizzoli sarà coadiuvato dagli assistenti Faverani e Nicoletti, mentre il quarto ufficiale sarà De Marco. Il discorso qualificazione è ancora tutto da decidere, dato che l’Ungheria è attualmente seconda in classifica con 13 punti, mentre la Svezia insegue in terza posizione a quota 9, appaiata con il Portogallo. Una vittoria dei padroni di casa significherebbe un grande passo avanti per garantirsi almeno i playoff, dato che la Danimarca guida il gruppo con 16 punti. La Svezia, dal canto suo, ha assolutamente bisogno di una vittoria per provare a centrare almeno la possibilità di arrivare agli spareggi tra le otto migliori seconde dei vari gruppi di qualificazione. La gara di andata nel girone, disputata un anno fa, è terminata 2-1 per gli scandinavi.
Mercoledì 9 settembre alle ore 21:00, allo stadio Crvena Zvezda di Belgrado, Roberto Rosetti dirigerà invece Serbia – Francia. Dopo l’avvio disastroso la Francia è ora tornata in corsa per la qualificazione diretta ai Campionati, e ha bisogno di una vittora contro la capolista Serbia, già sconfitta in Francia per 2-1. Gli slavi infatti guidano il girono con 18 punti in 7 gare disputate, seguiti proprio dalla Francia con 13 punti in sei gare disputate. Una vittoria potrebbe dire per la Francia salire a due soli punti di distacco, senza contare che i “blues” sabato 5 saranno impegnati in casa con la Romania, e che potrebbero presentarsi in Serbia con la possibilità di sorpassare già mercoledì i diretti rivali. Rosetti sarà coadiuvato dagli assistenti Calcagno e Ayroldi, mentre il quarto ufficiale sarà Tagliavento.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente