Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Diadora presenta le nuove divise celebrative del centenario

09/06/2011, 01:26

1911-2011: per celebrare il Centenario dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri), Diadora presenta una nuova collezione che vestirà i direttori di gara e i loro assistenti per le prossime quattro stagioni. Una divisa che va ad inserirsi in un contesto particolare, il Centocinquantesimo dell’Unità d’Italia, a sostegno di quei valori che da sempre legano la nostra penisola al mondo dello sport, in particolar modo a quello del calcio.
A presentare la nuova collezione, nel corso della cerimonia presso il Salone d’Onore del CONI, è stato il Presidente di Diadora Enrico Moretti Polegato.
La divisa del Centenario, dal carattere decisamente patriottico, servirà a rappresentare l’Italia anche al di fuori dei confini: diventerà il nuovo ambasciatore dello sport Made in Italy nel mondo e trasmetterà tutti quei valori che dovrebbero stare alla base non solo del calcio, bensì di ogni disciplina sportiva quali il rigore, la determinazione e il rispetto.
Diadora accompagnerà arbitri e assistenti sul campo durante le gare ufficiali con l’iconico colore nero. Per legare idealmente passato e presente, sono stati aggiunti alcuni dettagli stilistici che rievocano i protagonisti dei momenti più indimenticabili della storia e della tradizione calcistica: il colletto e il risvolto dei calzettoni di colore bianco, tratti dalle storiche livree della terna arbitrale, sono stati fedelmente riprodotti anche sulle nuove divise. Completano lo stile della maglia delle fasce frontali bianche, rosse e verdi, per un’accattivante stilizzazione del nostro Tricolore. A guardarle sembrano partire da lontano e da orizzonti differenti, ma tutte convergono a simboleggiare l’Unità d’Italia e celebrare al tempo stesso il Centenario dell’Associazione Italiana Arbitri, che avviene in un momento così importante e memorabile per la nostra Patria. Infine, come da tradizione, sul petto è ben visibile lo scudetto tricolore simbolo dell’AIA, mentre calzettoni e pantaloncini sono rigorosamente neri, ma con lo stesso richiamo stilistico che caratterizza la maglia.
Un sodalizio quasi trentennale, quello tra Diadora e l’A.I.A., che testimonia gli ideali che accomunano l’Azienda e l’Associazione e che nel corso degli anni ha visto nascere e condividere progetti innovativi, come l’introduzione del colore nelle divise da gara di arbitri e assistenti o la realizzazione di una scarpa studiata appositamente per rispondere alle necessità degli arbitri stessi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente