Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Roma la riunione della redazione della rivista l’Arbitro

AP - 19/10/2013, 18:32

L’Associazione Italiana Arbitri ha una sua pubblicazione periodica, la rivista l’Arbitro, anche se ormai la redazione, con a capo il Direttore Mario Pennacchia, si occupa sempre più di comunicazione non solo verso l’interno ma anche e soprattutto verso l’esterno attraverso altri strumenti.
All’annuale incontro con i referenti regionali che si è svolto a Roma presso la nuova sede dell’AIA ha preso parte il Vice Presidente Narciso Pisacreta ed il segretario dell’AIA Francesco Meloni.
Pisacreta ha voluto ribadire l’importanza crescente dell’informazione distinguendo tra i vari modi di fare comunicazione. “Siete le sentinelle dell’AIA dislocate sul territorio per raccontare le storie e i fatti di un’associazione che non ha eguali in tutto il mondo. Si parla spesso di rating, spread e differenziale ma nel nostro caso siamo noi il punto di riferimento per le altre realtà arbitrali. Comunicare agli altri è importante per rendere un servizio.
A voi spetta il compito di fare sintesi per dare un contributo di qualità sui vari mezzi di comunicazione a disposizione dell’AIA: rivista, sito web e nuovi media come twitter”.
La squadra della redazione oltre al Direttore, è costituita da tre coordinatori, da 18 referenti regionali e 2 dei comitati provinciali autonomi e dai 211 referenti sezionali. Un gruppo di lavoro ben affiatato che lavora per cercare quell’uniformità che caratterizza l’operato dei direttori di gara in campo ma che necessità di esistere anche tra gli operatori del settore.
Alla riunione si sono concordate le disposizioni per la pubblicazione delle news dalla periferia sul sito web istituzionale e il metodo di lavoro per realizzare le 52 pagine di ogni numero della rivista l’Arbitro. Oltre a discutere confrontandosi su diversi aspetti si è introdotta l’analisi di diverse questioni legate alla comunicazione e poi presentati alcuni progetti e idee da sviluppare per il futuro.
La Rivista inoltre il prossimo anno festeggerà 90 anni e quindi ci si prepara per organizzare un evento celebrativo per quella che è non solo una rivista ma anche l’unica memoria storica della nostra Associazione.
Un tesoro inestimabile che si cercherà di implementare e digitalizzare per mettere a disposizione di arbitri, addetti ai lavori e curiosi tutte le informazioni di una realtà, come quella arbitrale italiana che ha tagliato il traguardo dei 100 anni e che viene ormai presa a riferimento dalle altre federazioni per gestione, preparazione tecnica ed atletica, formazione e modo di operare.
Consegnati anche i riconoscimenti ai referenti che si sono particolarmente distinti per il lavoro redazionale. Con una targa consegnata da Pisacreta a Federico Marchi per la stagione 2011/2012 e per il 2012/2013 a Paolo Vilardi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente