Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Tivoli Terme il raduno di metà stagione della CAN D

11/01/2014, 14:18

Proseguono a pieno ritmo gli appuntamenti tecnici dell'Associazione Italiana Arbitri in questo inizio di 2014.
Nel fine settimana è stata la volta della CAN D (Commissione Arbitri Nazionale Dilettanti) guidata da Carlo Pacifici con i vice responsabili: Christian Brighi, Paolo Calcagno, Michele Cavarretta (coordinatore Osservatori), Cristiano Copelli, Simone Ponzalli, Enrico Preziosi (coordinatore Arbitri) Alberto Ramaglia, Domenico Ramicone (coordinatore Assistenti), Andrea Romeo e Francesco Squillace.
Nella due giorni alle porte di Roma hanno preso parte i 187 arbitri e i 173 osservatori in organico, mentre nei giorni precedenti è stata la volta di una parte degli assistenti che alla luce del numero complessivo di 340 sono stati divisi in tre gruppi Nord, Centro e Sud.
Prossime tappe 17 e 18 gennaio a Lametia Terme e 24 e 25 gennaio a Coccaglio (BS).
Nel pomeriggio il via ufficiale del raduno con le parole del responsabile Pacifici agli osservatori ai quali ha sottolineato l'estremo importanza del ruolo e delle loro decisioni ed analisi. "Ci vuole coraggio nelle valutazioni e nel parlare ai ragazzi e le ragazze in modo chiaro" - ha detto Pacifici.
Tutti i direttori di gara ricevono nella settimana successiva la direzione di gara il referto con il giudizio sui vari aspetti, un grande momento di confronto ed analisi e di trasparenza. Nel pomeriggio poi tutti gli osservatori dopo lo studio di alcuni referti hanno visionato una gara al fine di uniformare le modalità di valutazione.
Praticamente in contemporanea in un'altra sala prendevano il via i lavori degli arbitri con la lezione del Metodologo dell'allenamento AIA Carlo Castagna che ha mostrato metodi e cicli di allenamento con tutte le nuove frontiere della scienza e risposto anche alle domande dei presenti.
Spazio anche per la consegna ufficiale dei badge FIFA agli arbitri ed assistenti internazionali in organico: Carina Vitulano, Graziella Pirriatore e la new entry Valentina Garoffolo.
Il gruppo è stato anche testato sotto l'aspetto atletico con le prove specifiche su velocità e resistenza.
Nel pomeriggio, dopo le prove a quiz sul regolamento, a cura del Settore Tecnico, con il componente Maurizio Pozzoli sono proseguite le lezione in aula.
In aula le parole di Pacifici e dei vice responsabili si sono concentrati su tutti gli aspetti dall'organizzativo, al tecnico, al disciplinare fino all'atletico-tattico e comportamentale.
Ospite anche l'ex arbitro internazionale e designatore CAN PRO Stefano Farina che ha concentrato la sua lezione sugli aspetti motivazionali e sulle qualità che deve avere un arbitro per dirigere in Prima e Seconda Divisione.
Mostrati anche filmati su diversi episodi al fine di focalizzare l'attenzione sulle difficoltà che possono sorgere in una categoria Professionistica.
Un'ampia analisi dei risultati fin qui ottenuti in questa prima parte della stagione sportiva per migliorarsi ancora e preparare la seconda fase prima e i play off e out poi.
Nella seconda giornata tutto il gruppo si è riunito in un unica sala per seguire insieme la visione dei immagini diversi spunti per lo studio delle decisioni prese in campo e l'analisi dei giusti provvedimenti tecnici e disciplinari.
Lezione concentrata principalmente sulla sinergia tra arbitro ed assistenti per ottimizzare al massimo la collaborazione.
Prima della chiusura dei lavori spazio alle parole del Vice Presidente dell'AIA Narciso Pisacreta che ha parlato ai ragazzi e le ragazze presenti in sala.
Gli appuntamenti di questo inizio anno proseguono con il raduno di metà stagione della CAI in programma la prossima settimana.

Nelle foto in basso:
La riunione degli osservatori
Le parole di Pacifici agli OA
L'intervento di Castagna
Il gruppo degli arbitri in aula
La neo o internazionale Garoffolo
La lezione di Farina
Il Vice Presidente dell'AIA Narciso Pisacreta

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente