Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN Beach Soccer: tappa a Catanzaro Lido

Francesco Leone - 06/07/2014, 07:16

È iniziata sabato 5 luglio, a Catanzaro Lido – Località Giovino, la prima delle due giornate della tappa calabrese del campionato di Serie A di Beach Soccer, girone B.
Le quattro gare svoltesi al Betlic Beach Stadium, ubicato all’interno dello stabilimento balneare Santa Fe, hanno avuto per sfondo uno splendido mare azzurro, limpido e cristallino.
La squadra arbitrale del Beach Soccer, capitanata dal designatore Michele Conti e dai vice Gennaro Leone e Alessandra Agosto, ha schierato uomini di collaudata esperienza, nonché giovani molto promettenti, i quali, dopo aver ascoltato con attenzione le precise direttive impartite dagli organi tecnici nel briefing prima dell’inizio delle gare, hanno ben diretto le partite alternatesi durante il caldissimo pomeriggio.
Alle 14,45, sotto un sole cocente, davanti a spalti gremiti, sono scese in campo il Villafranca ed il Canalicchio Catania.
La gara è stata affidata ai giovani: Attilio Sannino, Sezione di Napoli, e Salvatore Di Mauro, Sezione di Nocera Inferiore. Le funzioni di terzo arbitro sono state svolte da Giuseppe Sicurella, Sezione di Agrigento, mentre il compito di cronometrista è stato espletato da Salvatore Contraffatto, Sezione di Catania.
Nonostante il caldo e la temperatura elevata, le due squadre hanno dato vita ad una partita tecnicamente interessante e molto equilibrata. Il Canalicchio, al termine della contesa, ha prevalso con il risultato di quattro reti a due.
Precisa e senza pecche la direzione dei Sannino e Di Mauro.
La seconda partita ha visto fronteggiarsi la Catanese ed il Terracina, fresca vincitrice della Coppa Italia. La gara è stato affidata al fischietto calabrese, Roberto Pungitore, Sezione di Reggio Calabria, ed a Giampaolo Di Ciano, Sezione di Lanciano. Le funzioni di terzo arbitro sono state svolte da Gionni Matticoli, Sezione di Isernia, mentre il compito di cronometrista è stato espletato da Stefano Cappabianca, Sezione di Napoli.
La gara è stata molto spettacolare ed emozionante. Partenza scoppiettante del Terracina: tre reti nei primi cinque minuti del primo tempo.
La Catanese, però, è squadra che non si perde d’animo, si batte con grande impegno ed ardore e ritorna in partita.
Il Terracina, al termine di una partita molto combattuta, ha vinto cinque a quattro sui catanesi.
Gli arbitri hanno tenuto in pugno la contesa con autorevolezza e senza alcuna sbavatura.
La terza gara ha visto scendere in campo il Panarea Catanzaro Soccer e l’Hermes Casagiove. La direzione della partita è stata affidata ai siciliani: Giuseppe Sicurella della Sezione di Agrigento e Salvatore Contraffatto della Sezione di Catania. Le funzioni di terzo arbitro sono state svolte da Salvatore Di Mauro, Sezione di Nocera Inferiore, mentre il compito di cronometrista è stato espletato da Attilio Sannino, Sezione di Napoli.
La partita è stata molto emozionante ed equilibrata. Partivano benissimo gli ospiti, segnando due reti. I padroni di casa non demordevano ed alla fine del primo tempo agguantavano il pareggio. Il Panarea Catanzaro Soccer si portava in vantaggio nel secondo tempo, ma veniva raggiunto dagli ospiti. Al termine di tre tempi, molto combattuti ed equilibrati, la squadra di casa superava di misura gli ospiti. Risultato finale: Panarea Catanzaro Soccer 6 / Hermes Casagiove 5. Impeccabile la prestazione dei fischietti siciliani Sicurella e Contraffatto.
L’ultima partita ha visto protagoniste la Catanzaro Beach Soccer ed il Catania Beach Soccer. Il big match della giornata è stato affidato a Stefano Cappabianca della Sezione di Napoli ed all’internazionale Gionni Matticoli della Sezione di Isernia. Le funzioni di terzo arbitro sono state svolte da Giampaolo Di Ciano, Sezione di Lanciano, mentre il compito di cronometrista è stato espletato da Roberto Pungitore, Sezione di Reggio Calabria, giunto alla sua nona stagione in Serie A.
La partita, disputata davanti ad una splendida cornice di pubblico, è stata molto spettacolare e di altissimo livello tecnico e tattico; i giocatori, inoltre, hanno deliziato gli spettatori sfoggiando virtuosismi e giocate che hanno strappato gli applausi. Al termine di tre tempi molto tirati, il Catania ha prevalso sulla squadra di casa per cinque reti a due, raccogliendo i complimenti del competente e sportivo pubblico catanzarese.
Impeccabile la direzione arbitrale: niente errori, nessuna sbavatura, provvedimenti disciplinari congrui e tempestivi.
Al termine della prima giornata Michele Conti ed i suoi vice sono apparsi molto soddisfatti per l’ottimo lavoro svolto dai loro ragazzi; l’operato degli arbitri sarà, in ogni caso, oggetto di riesame ed approfondimento nella riunione organizzata dopo la meritata cena.

Nelle foto alcuni scatti della prima giornata

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente