Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Le semifinali della Final Eight della Serie A di Beach Soccer

RP - 04/08/2014, 18:02

La quarta giornata del lungo Raduno Play Off della CAN BS vedeva in programma le semifinali che hanno determinato le squadre finaliste che si contenderanno il titolo di Campione d’Italia di Beach Soccer 2014.
La giornata si apre con la riunione tecnica ai dodici fischietti presenti con l’analisi di alcuni filmati di spezzoni di partite e le disposizioni date da Michele Conti, Alessandra Agosto e Gennaro Leone, responsabile e componenti della Commissione.
Nel pomeriggio le gare: le prime partite sono dedicate alle cosiddette “semifinali perdenti” tra le compagini uscite sconfitte il giorno prima, nei quarti di finale. Il primo incontro vedeva contrapposti Panarea Catanzaro ed i padroni di casa del Catania, i grandi delusi di questa Final Eight, che hanno avuto la meglio per 11 a 5 e che andranno a giocarsi così la finalina per il 5° posto. I calabresi tenteranno di evitare l’8° ed ultimo posto giocando per il 7° posto. A dirigere questa gara Fabio Organtini di Ascoli Piceno, Vania Cordenons di Pordenone, Fabio Polito di Aprilia e Nicola Cecchin di Bassano del Grappa come cronometrista.
La seconda semifinale perdente tra il Terracina ed il Canalicchio Catania ha visto prevalere i laziali per 7 a 2 agli ordini di Maria Viviana Frau di Carbonia, Salvatore Di Mauro di Nocera Inferiore, Luigi Balacco di Padova e Marco Buscema di Udine.
Nel tardo pomeriggio le semifinali vere e proprie. Di scena i campioni uscenti del Milano contro il Viareggio. Designati per questa gara ben tre internazionali, Gionni Matticoli di Isernia, Manolo Picchio di Macerata e Fabio Polito di Aprilia con cronometrista Salvatore Contrafatto di Catania. Hanno vinto i lombardi per 4 a 1, che così avranno la possibilità di difendere il titolo in finale.
Luigi Balacco, Marco Buscema, Nicola Cecchin, primo, secondo e terzo arbitro, con Giuseppe Sicurella di Agrigento cronometrista, hanno diretto la gara tra l’Anxur Trenza di Terracina e la Sambenedettese, con questi ultimi usciti vittoriosi per 5 a 2. I marchigiani sfideranno quindi il Milano nella finale, riproponendo così la finale di Supercoppa di pochi giorni prima.

Nelle foto in basso: Frau, Balacco e Buscema in una fase di gara; lo schieramento a centrocampo prima della gara Milano-Viareggio; il controllo delle porte pre-gara da parte di Matticoli e Picchio; una fase di gara; Conti, Agosto e Leone in tribuna.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente