Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN 5, Cumbo: “Tempestività nel fischio e nei provvedimenti disciplinari”

PV - 08/09/2014, 22:22

Prosegue a pieno ritmo il raduno precampionato di Sportilia per gli arbitri della CAN 5. La giornata odierna è stata molto intensa sotto l’aspetto tecnico, durante la quale, con il supporto di filmati esemplificativi, sono state analizzate numerosissime situazioni di gioco. Nel corso delle riunioni tecniche giornaliere il commissario Massimo Cumbo ha invitato i convocati, a turno, ad esprimersi sul provvedimento tecnico e sull’eventuale provvedimento disciplinare del caso sotto esame. Ne è uscito fuori un confronto molto costruttivo, che ha chiarito ogni controversia al fine di favorire in campo l’uniformità decisionale.
Cumbo ha raccomandato la massima tempestività nei provvedimenti disciplinari, da applicare in qualsiasi frangente della gara e senza esitazioni, per non scaturire potenziali proteste. Il commissario ha inoltre invitato gli arbitri del Futsal, sempre al fine di prevenire le contestazioni, di essere altrettanto tempestivi nel fischio; il ritardo potrebbe manifestare pericolosa insicurezza.
La carrellata di video è proseguita per diverse ore, durante le quali il commissario, nel corso delle analisi, ha lanciato diversi input motivazionali ai presenti, per poi soffermarsi sulle competenze dei due arbitri in campo, invitando anche i designati ad assumere le posizioni più opportune rispetto alle dinamiche di gioco.
Lo stesso ha esortato i convocati ad evitare la gestualità “non codificata”, ovvero quella non opportuna, che non produce efficacia nella direzione della gara.
Visionati i filmati, dopo aver analizzato numerosissimi casi di falli di gioco e di condotta gravemente sleale, Cumbo ha raccomandato: “Abbiamo analizzato i casi più frequenti durante una gara, ma dovete farvi trovare pronti anche dinanzi a situazioni che accadono di rado con una conoscenza ottimale del regolamento del calcio a 5, che vi consenta di assumere tempestivamente anche in questi casi la decisone corretta”.
Sempre nella giornata di oggi gli arbitri al primo anno di CAN 5 sono stati sottoposti a un interessante allenamento didattico nel palazzetto dello sport di Sportilia.
Gli allenamenti, come di consuetudine, sono stati distribuiti in due sedute giornaliere. In mattinata lo staff capeggiato dal responsabile della preparazione atletica, Marco Lucarelli, ha fato svolgere esercizi di prevenzione infortuni e una corsa defaticante; nel pomeriggio sono stati eseguiti lavori di resistenza allo sprint e sono state trattate alcune metodologie di allenamento a cui gli arbitri dovranno attenersi ai rispettivi poli durante l’annata sportiva.
Prima di cena il vicecommissario Antonio Mazza ha trattato gli aspetti comportamentali e organizzativi della trasferta, passando dalle modalità di accettazione della designazione, fino alla trasmissione del referto di gara.

In home page un momento della lezione nel palazzetto dello sport di Sportilia
In alto un’immagine degli arbitri durante la lezione tecnica mattutina
In gallery altri scatti della giornata, durante gli allenamenti, ai gruppi di lavoro e in aula

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente