Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN 5, test atletici eccellenti per gli arbitri del secondo turno

PV - 10/09/2014, 21:16

Penultimo giorno di permanenza a Sportilia per gli arbitri di Serie A del secondo turno, che nella mattinata odierna hanno sostenuto le prove atletiche, dimostrando una eccellente preparazione fisica. A causa delle sfavorevoli condizioni climatiche i test sono stati eseguiti nel palazzetto dello sport della struttura ospitante che sorge sull’Appennino tosco – emiliano. I direttori di gara hanno svolto l’Ariet, il 4x10 metri e i 30 metri; lavoro più impegnativo per il gruppo degli internazionali, che oltre alle prove di velocità ha sostenuto all’aperto i 1000 metri.
I test sono stati coordinati dallo staff del responsabile della preparazione atletica, Marco Lucarelli, composto da Paolo Gilioli, Luigi Zaccarini, Venerando Tonon, Oreste Rocchetti, Antonio Di Musciano e Mariano Varesco.
Rientrati in aula il primo appuntamento dei partecipanti al raduno è stata con la psicologa Eva Iorio, di Pescara, per un’interessante lezione sulla comunicazione e sulla psicologia arbitrale, durante la quale è stata trattata la capacità che il direttore di gara deve avere per scendere in campo con la massima concentrazione e assumendo gli atteggiamenti opportuni; peculiarità che gli consentano di gestire nel migliore dei modi le situazioni più delicate, come le eccessive contestazioni, quindi affermarsi sotto l’aspetto caratteriale sui contendenti in campo. Importante per un arbitro, ha precisato la psicologa, è saper gestire l’ansia, che se in eccesso può comportare una pericolosa insicurezza.
A seguire il commissario Massimo Cumbo ha ripreso la match analysis. Numerosi sono stati i filmati visionati, con un’accurata disamina sulla tipologia dei falli e i relativi provvedimenti disciplinari, nonché su quei casi che possono far salire il tono della gara, come il soprassedere su alcune proteste. Il responsabile della CAN 5 ha altresì focalizzato l’attenzione sulla gestione dei calciatori facinorosi in panchina, nonché sull’interruzione del gioco in caso di calciatore infortunato.
E’ stata poi la volta della coordinatrice per il Calcio a 5 dell’area formazione del settore tecnico, Laura Scanu, che ha spiegato nel dettaglio la condotta gravemente sleale, quindi le relative tipologie di infrazione e i fattori decisionali. La stessa ha poi somministrato ai convocati i test sul regolamento.
Dopo cena Cumbo ha ripreso la match analysis, particolareggiando le corrette modalità delle sostituzioni dei calciatori e l’equipaggiamento in campo.

In home page un momento dei test atletici
In alto la psicologa Eva Iorio e il commissario Massimo Cumbo
In gallery
- il riscaldamento nel palazzetto di Sportilia prima del test atletici
- un momento dei test atletici degli internazionali
- foto di gruppo degli internazionali
- il preparatore atletico Marco Lucarelli
- la psicologa Eva Iorio durante la sua lezione
- Massimo Cumbo
- Laura Scanu del Settore Tecnico

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente