Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Fifa Beach Soccer Qualifier: Bilancio ottimo per i colori azzurri

Francesco Palombi - 20/09/2014, 12:28

Parafrasando un celebre tormentone ereditato dai Mondiali di calcio tedeschi del 2006, in occasione delle FIFA Beach Soccer Qualifier (le qualificazioni zona Europa, riservate alle squadre nazionali, per i Mondiali che si terranno nel 2015 in Portogallo) “la sabbia si è tinta di azzurro sul lungomare di Jesolo”.
Al termine della manifestazione disputata nella Beach Arena veneta, infatti, bilancio altamente positivo per gli arbitri internazionali della CAN BS convocati e per la Nazionale italiana di Mister Esposito. Gionni Matticoli di Isernia e Manolo Picchio di Macerata hanno diretto, rispettivamente, dieci e nove gare del torneo, venendo impiegati in coppia per ben cinque volte nelle partite più delicate della rassegna: tra queste, l’avvincente incontro tra i vicecampioni del mondo in carica della Spagna e la fortissima Ucraina, un vero e proprio spareggio che ha visto l’affermazione del quintetto rojo soltanto dopo la lotteria dei calci di rigore.
Nella giornata di domenica si è avuto l’epilogo con la finalissima, vinta dalla Russia sulla Svizzera, arbitrata dagli unici due fischietti ad aver iscritto il proprio nome in due finali mondiali: l’ungherese Meszaros (all’ultima direzione in carriera) e lo spagnolo Eiriz (anche arbitro di calcio a 11 di Segunda Division, la Serie B iberica). Ottimo cammino pure per gli azzurri di Esposito, classificatisi sul gradino più basso del podio: un terzo posto onorevole, tradotto nell’ambito lasciapassare per Portogallo 2015.
Di rilievo anche il palmarès di Michele Conti, Commissario CAN BS presente al torneo nelle vesti di istruttore FIFA, che ha visionato in tutto quindici gare, delle 76 complessive valutate insieme agli altri componenti Jesus Rubio, Serdar Akcer e Lakhdar Benchabane (con il francese all’ultima competizione internazionale).
Uno spettacolo del genere non poteva non richiamare una folta presenza di pubblico sulle tribune jesolane e, data la presenza di ben due arbitri ed un istruttore FIFA (Italia unica nazione presente con tre propri associati), anche di molti colleghi venuti a fare il tifo per gli alfieri del “beach soccer” italiano: tra questi, tanti arbitri della CAN BS e delle vicine sezioni venete (la “padrona di casa” San Donà di Piave, o i colleghi di Bassano del Grappa e Treviso impegnati nell’attiguo “Villaggio Marzotto” per il raduno precampionato), oltre al Presidente del CRA Molise Di Toro ed il Presidente della Sezione di Isernia De Falco accorsi per incitare il loro illustre conterraneo Matticoli.
Nella giornata conclusiva, infine, si è registrata la gradita visita di Erio Iori, Componente del Comitato Nazionale AIA, sempre molto appassionato alla disciplina e vicino alla CAN BS, come testimoniano le sue frequenti visite ai raduni nazionali ed ai corsi di selezione di Riccione.
Numerosi attestati di stima per le ottime prestazioni della classe arbitrale italiana sono stati espressi anche dalle componenti federali: “Il movimento del beach soccer in Italia – ha ribadito con orgoglio Ferdinando Arcopinto, Componente del Dipartimento Beach Soccer FIGC – è cresciuto anche grazie all’impegno dell’Associazione Italiana Arbitri che, con la creazione della CAN BS, ha istituito un’organizzazione unica al mondo per questa disciplina, portando gli arbitri italiani ai massimi livelli in termini di qualità e professionalità.”

Didascalia foto:
nel banner scorrevole, il gruppo degli arbitri ed istruttori FIFA
nella foto news, un’immagine televisiva della coppia arbitrale Matticoli-Picchio
nella gallery, alcuni “flash” dalla kermesse jesolana

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente