Fabrizio Pasqua: "Arbitrare con semplicità"

Sezione di Albenga

Fabrizio Pasqua: Lo scorso 11 gennaio la Sezione AIA di Albenga “Stefano Grasso” ha ospitato presso i locali del Seminario Vescovile la visita dell’arbitro CAN B Fabrizio Pasqua.
Fabrizio, 34 anni, associato della Sezione di Tivoli, è a disposizione della CAN B dalla stagione 2012-2013, e vanta inoltre sette presenze in Serie A (di cui due in questa stagione sportiva).
Ricca la presenza in sala: Davide Ghersini (CAN B) e Fabio Piscopo (CAN PRO), il componente del Comitato Regionale Maurizio Viazzi e il responsabile del modulo di perfezionamento e valutazione tecnica del Settore Tecnico Luca Gaggero, oltre alla pattuglia di nazionali ingauni, con i tre osservatori Giuseppe Tortora (CAN D) Pierluigi Casarini (CAI) e Michele Pellegrini (CAN 5); per il Settore Tecnico erano inoltre presenti il Componente del Modulo Formazione Lorenzo Bonello, associato della Sezione ingauna.
Ad introdurre l’ospite della serata il Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Liguria Fabio Vicinanza “Con Fabrizio - ha detto Vicinanza- ho condiviso un Pro Vercelli-Ascoli ed uno Spezia-Modena; come il nostro Davide Ghersini, Fabrizio è un ottimo elemento in campo e fuori, che rappresenta il nostro presente ed il nostro futuro. Come Comitato Regionale crediamo nella semplicità, vogliamo arbitri che facciano le cose in modo lineare, che si facciano notare il meno possibile, che non siano personaggi ma che si facciano vedere quando serve, ovvero nel momento in cui deve prendere una decisione”.
Sulla stessa lunghezza d’onda Fabrizio Pasqua“Mi piace ricollegarmi - ha spiegato il fischietto di Tivoli - al concetto di semplicità espresso da Fabio. Nonostante le gare fatte in carriera mi considero e cerco di rimanere una persona semplice, mi piace andare in Sezione ed al Polo di allenamento, per parlare con i ragazzi, è un ottimo momento di crescita, per mettere a loro disposizione la mia esperienza”.
“La voglia - ha proseguito Pasqua - deve esserci sempre, ma il sudore ancora di più: da ragazzo avevo delle carenze ed ora sono arrivato fino a qui: ciò è grande motivo di orgoglio per me e per coloro che mi hanno accompagnato dalla Sezione in questi anni”.
“Bisogna studiare il regolamento ed informarsi sulla partita che ci si appresta a dirigere - ha poi sottolineato - è come corteggiare una ragazza: per conquistarla occorre conoscerla a 360°; durante la gara bisogna essere pronti e decisi, essere credibili, vedere bene, spostarsi bene, prestare attenzione ai momenti critici. Ogni partita ha una storia a sé e può cambiare in qualsiasi momento”.
Particolarmente soddisfatto il Presidente di Sezione Gianluca Panizza, che al termine della riunione ha evidenziato come Fabrizio abbia condensato le funzioni principali della figura arbitrale prima e durante la gara, evidenziando le sue spiccate doti di personalità, semplicità ed immediatezza nel istituire subito un feeling con tutti gli associati ingauni soprattutto con i sedici nuovi immessi, cui lo stesso Pasqua ha consegnato le divise augurando il meglio per il proseguo della carriera arbitrale.
Dopo l’appassionante riunione il gruppo si è spostato presso il ristorante “La Dolce Vita” di Albenga per la tradizionale cena conviviale.

Nelle fotografie il Presidente Panizza consegna a Fabrizio un ricordo della bella serata ed a seguire tutte le foto ricordo insieme ai ragazzi e ragazze della Sezione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri