Conclusi i raduni precampionato degli arbitri regionali

CRA Campania

Conclusi i raduni precampionato degli arbitri regionaliIl pass verso le migliori categorie campane o il baratro della "retrocessione" all'OTS: essere o non essere, questo è il dilemma che assale gli arbitri di Prima Categoria impegnati, lo scorso 23 settembre, nel raduno di inizio campionato 2018/19.
Con le prime gare ufficiali oramai alle porte, i direttori di gara vogliono da subito capire se per loro si tratterà di un campionato da alti o bassi, da inferno o paradiso. Teatro di partenza di questa Stagione da "purgatorio" è la terra di Giordano Bruno: luogo dove si intrecciano sogni e speranze, certezze e delusioni.
Ed allora... giù il sipario. Che si aprano le danze.
99 ragazzi di scena sul campo Comunale di Nola, tutti a dare dimostrazione di essere fin da subito pronti, allenati e a disposizione degli Organi Tecnici di riferimento.
Dopo la consueta misurazione peso/altezza e visus, per i ragazzi i tanto agognati test atletici (40 metri e yo - yo test), superati in modo non proprio ottimale. Quindi spostamento presso una struttura ricettiva del posto e "apertura" del raduno affidata al Presidente del Comitato Regionale, Virginio Quartuccio, e al Presidente della Sezione di Nola Severino Vitale. A seguire prime direttive da parte dei Componenti Vittorio De Simone, Ettore Cuomo, Rosario Angrisani, del Vicepresidente Ciro Pegno e del Modulo Informatico AIA Giovanni Pantalone.
"Benvenuti in Regione, questo è il vostro primo step fuori dalla Sezione, non sentitevi appagati ma lavorate bene, in maniera forte e determinata per migliorare nei difetti. Voi siete il nostro vivaio, voi siete la nostra juniores. Dateci dentro perché certamente verrà valutato e premiato solo il merito. Siate credibili e convinti delle decisioni che andrete a prendere facendolo sempre in maniera equa", ha riferito Quartuccio.
Dopo il pasto e un breve momento di relax dalle fatiche mattutine, il Componente del Settore Tecnico Antonello Ruggiero ha illustrato la Circolare n.1, fornendo importanti direttive recepite con attenzione dai ragazzi, il tutto sempre in un’ottica evolutiva e di ammodernamento del giuoco del calcio.
Il raduno è proseguito con i test tecnici, brillantemente superati, e, alla presenza dei Presidenti sezionali, con linee guida e disposizioni tecnico – comportamentali, anche attraverso la visionatura di filmati per permettere ai ragazzi una maggiore certezza e prontezza nelle decisioni da prendere.
"Sfruttate al massimo tutte le opportunità che vi vengono offerte", queste le parole espresse all'unisono da tutti i Componenti CRA, "perché solo il vostro merito, solo la vostra volontà di migliorare vi porterà lontani". Parole che hanno chiuso il raduno di Prima Categoria, con la consapevolezza che tutti i ragazzi siano andati via con più certezze e con lo stesso indirizzo.
E allora, essere o non essere: questo è il dilemma... questo è il purgatorio: perché alla fine l'inferno o il paradiso passano da qui!

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri