Raduni di inizio Stagione all’insegna dell’uniformità

CRA Sicilia

Raduni di inizio Stagione all’insegna dell’uniformità“Ognuno di noi desidera – ha sottolineato il presidente del Comitato Regionale Arbitri Sicilia Michele Cavarretta, presentando i Componenti dell’Organo Tecnico Regionale – che tutti voi riusciate a raggiungere importanti risultati in ambito nazionale e ci impegniamo a trovare soluzioni, ma soprattutto a formarvi in modo completo tecnicamente e atleticamente, seguendo i parametri delle commissioni nazionali, pronti per affrontare con serenità la Stagione Sportiva”.
Con il raduno dedicato agli arbitri della prima categoria di giorno 20 settembre, si conclude un lungo ciclo di stage per gli arbitri, assistenti e osservatori a disposizione dell’Organo Tecnico Regionale, iniziato il 24 agosto con i test atletici nella struttura sportiva di Enna e continuate in varie tappe per fornire a tutti le stesse possibilità di crescita e di preparazione.
Intense le giornate trascorse da tutti gli associati, dalla Prima Categoria all’Eccellenza; tutti hanno avuto le stesse disposizioni e le medesime direttive per una uniformità di operato. E’ stata illustrata la Circolare n. 1 dai Componenti del Settore Tecnico Giovanni Vetri (Enna), Francesco Milardi (Reggio Calabria) Vice Responsabile Sud, Rosario Spata (Ragusa) e Paolo Creta (Forlì), che hanno espresso le loro argomentazioni dettagliatamente per una uniformità di applicazione su tutto il territorio nazionale e hanno curato anche l’esecuzione dei quiz interattivi.
Tutti gli stage sono stati seguiti personalmente dal Presidente Cavarretta, dal Vice Paolo Costa e dai rispettivi responsabili delle varie categorie, con importanti contributi degli associati delle categorie nazionali che con la loro presenza hanno dato il loro apporto, facendo rivivere le atmosfere nazionali come Antonino Santoro, assistente in serie A, Andrea Capone, assistente in serie B, e Antonino Alesi, osservatore in serie A. Fondamentali i consigli di Francesco Saia, Componente CAN D, e di Salvatore Occhipinti, Componente CAI, che hanno sottolineato come la Sicilia sia una terra particolarmente formativa per i fischietti a livello nazionale e ogni anno una buona percentuale di siciliani riesce ad ottenere ottimi risultati, segno che la formazione in regione è solida e valida.
Presente al raduno il Componente del Comitato Nazionale Alberto Zaroli, che ha seguito i lavori in aula, partecipato alla consulta con i presidenti sezionali e accompagnato allo stadio di Piazza Armerina gli osservatori siciliani con l’intera commissione per visionare una gara di Promozione, per la disamina delle prestazioni arbitrali, con risultati ampiamente soddisfacenti in termini di congruità e uniformità delle valutazioni espresse da parte degli osservatori siciliani.
Tanti gli ospiti che hanno salutato l’intero organico regionale, tra cui Santino Lo Presti e Sandro Morgana della FIGC LND, che con la loro presenza hanno voluto testimoniare che insieme il mondo calcistico può sicuramente migliorare. “Essere squadra – ha sottolineato Zaroli - è condividere valori, obiettivi, progetti, passioni, sofferenze; partecipare ai successi e ai riconoscimenti, ma anche analizzare assieme gli errori e l’unico modo per andare avanti è lavorare con meticolosità e sacrificio, anche divertendosi, rispettosi delle regole, consapevoli che questi momenti di confronto sono alla base del nostro stare assieme”.
Altro momento importante del raduno è stata la comunicazione dei nominativi degli arbitri inseriti nel progetto “Talent e Mentor”, individuati sulla base di caratteristiche che ne rendono interessanti le prospettive future, che saranno seguiti da Gaspare Cirnigliaro, Luigi Barbarino e Christian Valerio.
“Andiamo avanti con determinazione – ha concluso Cavarretta – orgogliosi di quello che siamo e consapevoli delle nostre capacità di miglioramento, ricordandoci sempre che i campionati sono estremamente difficili e che questi incontri sono essenziali per la nostra crescita e per offrire un servizio di qualità”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri