Futsal, Raduno regionale sui monti viterbesi

CRA Lazio

Futsal, Raduno regionale sui monti viterbesiNella splendida cornice di San Martino al Cimino in Provincia di Viterbo si è svolto il Raduno degli arbitri e osservatori del Calcio a 5 a disposizione del Comitato Regionale Lazio. A fare gli onori di casa il Presidente della Sezione di Viterbo Luigi Gasbarri che, insieme ad alcuni associati, ha supportato le attività favorendo la buona riuscita dell’evento.

All’arrivo gli arbitri hanno sostenuto i test atletici al campo del Centro Universitario Studentesco, sotto l’attento sguardo degli organi tecnici Catello Abagnale, Pietro Taranto e Giancarlo Lombardi supportati dal collaboratore Roberto Tariciotti e del Referente atletico Gianluca Perna il quale ha trovato nel collega viterbese, Claudio Petrella, un valido aiuto.

Le attività d'aula si sono svolte presso il Balletti Park Hotel di San Martino al Cimino: i componenti del Comitato Regionale Pino Quaresima ed Ennio Mariani hanno atteso i convocati per il disbrigo delle formalità di rito, mentre Augusto Salvati, Referente medico, ha sottoposto i presenti alla prova del visus.

Gli organi tecnici hanno posto l’accento sul concetto di spazio: in uno sport in cui gli spazi ristretti accentuano la velocità del gioco e aumentano la densità dei calciatori, l’arbitro deve imporsi con decisione e mostrare la maggior credibilità possibile e decisione, prenderla i tempi ridottissimi aumenterà la nostra credibilità rafforzando la forza arbitrale.

I componenti Pietro Taranto, Catello Abagnale e Giancarlo Lombardi, supportati dal componente del Settore Tecnico Arbitrale Mario Filippini, da quest’anno anche Mentor per il futsal del Lazio, hanno tenuto i ragazzi in aula fino a tardi per un partecipato confronto formativo.

Il giorno seguente si sono tenute le prove regolamentari affidate ad Andrea Liga del Settore Tecnico Arbitrale. Successivamente gli organi tecnici hanno proseguito l’approfondimento di ulteriori aspetti, principalmente su come leggere la gara fin dai primi minuti di gioco con l’ausilio di alcuni video di casistiche particolari. Hanno poi incitato i presenti ad intervenire raccontando le proprie esperienze e commentandone le versioni a beneficio della crescita di gruppo. In particolare sono stati analizzati alcuni filmati sull’interpretazione delle situazioni del tackle e della simulazione; in entrambe le occasioni gli arbitri sono stati coinvolti a giudicare per mezzo dei cartellini.

Nel pomeriggio è proseguita la visione di alcuni filmati i quali hanno suscitato un vivace confronto su particolari casistiche. A motivare i partecipanti è toccato ai colleghi neopromossi in CAN 5 i quali hanno preso la parola per raccontare l'esperienza al raduno di Sportilia. Il Raduno si è chiuso con gli interventi del Presidente e del Vice del CRA Lazio, Luca Palanca e Giulio Dobosz, i quali hanno insistito sull’importanza di essere arbitri, di farlo con passione ed entusiasmo. Il futsal racchiude tutto questo in uno straordinario spirito di “squadra” che si nutre soprattutto della positiva vita associativa.

“Siamo con voi – ha concluso Palanca - , vi supporteremo sempre nelle scelte, i raduni servono per crescere e voi siete un movimento in ampio sviluppo, in bocca al lupo per la stagione sportiva”.

In gallery: i componenti regionali con i delegati di Viterbo; il gruppo completo degli arbitri; due momenti in aula durante le lezioni tecniche; i nuovi arbitri nazionali transitati dalla Regione lo scorso luglio; l’intervento del Presidente Palanca e del Vice Dobosz; i tre nuovi arbitri del progetto “Mentor e Talent”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri