Orsato: “Siete l’eccellenza dell’arbitraggio regionale”

CRA Veneto

Orsato: “Siete l’eccellenza dell’arbitraggio regionale”Intenso inizio di stagione per il Comitato Regionale Arbitri del Veneto guidato dal Presidente regionale Dino Tommasi: l’obiettivo è la continua crescita tecnica dedicata agli arbitri. Nello specifico i fischietti regionali operanti in Eccellenza si sono incontrati a S. Pietro in Gu (PD) per il primo stage a loro riservato. La giornata si è aperta con il ricordo di Gigi Agnolin; emozionate le parole del Presidente regionale Dino Tommasi che ha voluto tracciare un ricordo; spazio poi allo stage: “La Stagione si è già dimostrata impegnativa e l’arbitro deve saper rispondere mettendo in campo la giusta determinazione” ha detto Dino Tommasi accompagnato da tutta la squadra di Componenti ai presenti in aula. Di routine la somministrazione dei test atletici a cura del Referente regionale Gregorio Mason che ha avuto modo di approfondire la tematica: “L’arbitro moderno non può prescindere da una forma atletica di livello; siete atleti tra gli atleti e per fornire prestazioni all’altezza della categoria in cui operate è necessario essere allenati a supportare al meglio gli accadimenti della gara”.
Alla giornata hanno partecipato anche gli osservatori arbitrali del massimo Campionato regionale: spazio non solo all’analisi delle relazioni, ma anche a momenti di tecnica comune con gli arbitri.
I temi trattati nel corso della giornata sono stati molteplici grazie agli episodi filmati raccolti nei campi del Veneto anche in queste prime giornate di Campionato: “A circa un mese dal raduno di inizio Stagione è importante che ci si confronti subito sulle criticità emerse e si rafforzino e perfezionino le peculiarità richieste ad un arbitro del massimo livello regionale” ha sottolineato il Presidente regionale Dino Tommasi spiegando l’esigenza di un raduno che veda come protagonisti i fischietti di Eccellenza.
Appassionato, intenso e diretto l’intervento di Daniele Orsato; l’internazionale veneto ha voluto essere presente al Master nonostante i numerosi impegni: “Gigi Agnolin è stato il mio mito, il mio esempio, il mio obiettivo: oggi ci ha lasciati un grande esempio di arbitraggio, di tecnica, di carattere”. Orsato ha poi motivato i presenti: “Se dentro di voi c’è la voglia di vivere emozioni forti dovete scendere in campo e dare il massimo sin dalla prossima partita”.
Lo spostamento e il corretto posizionamento sono stati tra i temi maggiormente dibattuti: per vedere bene bisogna ricercare il “between”, bisogna non accontentarsi, bisogna fare “un passo in più” e per fare tutto ciò serve capacità di lettura tattica degli accadimenti e soprattutto capacità e tenuta atletica. Accanto allo spostamento è stata approfondita l’esigenza di avere una solidità tecnica all’altezza della situazione: indispensabile quindi lo studio puntuale e periodico del regolamento, un’analisi continua delle situazioni e degli accadimenti e una capacità di saper correttamente interpretare il momento. “Vogliamo vedere arbitri concentrati dal primo all’ultimo minuto” ha detto il Presidente Dino Tommasi “Non sono ammessi cali di concentrazione perché è proprio lì che si insidia l’errore”. Proprio della gestione dell’errore si è parlato anche approfondendo l’importanza di giungere preparati a dovere alla gara in termini tecnici: è indispensabile raccogliere informazioni sulle squadre e sulla partita attraverso le esperienze di colleghi o con i mezzi a disposizione. “L’obiettivo non è arrivare prevenuti, ma preparati a ciò che vivrete: dovete cercare di raccogliere strumenti per interpretare al meglio ciò che vi circonda prima e durante la gara per non farvi cogliere impreparati o spiazzati”.
“Tra di voi ci sono i futuri arbitri interregionali” ha detto Dino Tommasi ai presenti “Attualmente siete l’eccellenza dell’arbitraggio veneto: continuate a crescere e a dimostrare le vostre abilità sul terreno di giuoco perché le soddisfazioni che potranno arrivare dipendono solo da voi”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri