La Comunicazione campana pronta a divulgare il suo credo

CRA Campania

La Comunicazione campana pronta a divulgare il suo credoIl gruppo che fa la differenza. Un connubio tra Sezioni pronto a migliorare la qualità di un servizio e renderlo il più efficiente possibile. Complementare e funzionale all’attività arbitrale.
La piena consapevolezza di portare la Campania al top dell’informazione è stato il punto di partenza e di incontro dei ragazzi della “comunicazione”. Infatti mercoledì 3 ottobre, in quel di Napoli, nelle stanze del Comitato Regionale Arbitri, si è tenuto il primo incontro con i Referenti sezionali. Presenti anche il presidente del Comitato Regionale Virginio Quartuccio, il Referente Regionale Rivista “L’Arbitro” Giuseppe Chioccola e il Referente Facebook CRA Campania Salvatore Mastrullo.
“Vi ringrazio per la presenza, avete un compito di fondamentale importanza. Date lustro alla nostra attività perché la Campania ormai è diventata un punto di riferimento sia dal punto di vista arbitrale che tecnico. Motivo per il quale l’attività di comunicazione deve camminare di pari passo. Dobbiamo essere un vanto anche in questo, essere da esempio da cui prendere spunto”. Queste le parole con le quali il Presidente Quartuccio ha esordito e salutato i presenti.
Non è mancato un breve messaggio fatto pervenire dal Coordinatore Nazionale Rivista “L’Arbitro” e del Sito Istituzionale AIA Paolo Vilardi, il quale nonostante la sua assenza, ha al contrario voluto dimostrare la propria vicinanza: “Nel salutarvi colgo l’occasione per ricordare a tutti che siete chiamati a svolgere un ruolo di enorme responsabilità, perché trasferite all’esterno, quindi ad un vasto pubblico fatto non solo di associati, l’attività delle vostre rispettive Sezioni”.
Dai saluti iniziali si è poi entrati nel vivo della riunione con il Referente Regionale Rivista “L’Arbitro” Giuseppe Chioccola ed il Referente Facebook CRA Campania Salvatore Mastrullo. Nel ricordare ormai che la comunicazione su siti e social è di enorme importanza, sono state esposte ai ragazzi le linee guida e date precise disposizioni su come operare e su come impostare il lavoro. Perché si vuole un cambio di rotta, un cambio di tendenza che porti tutti a svolgere il delicato incarico in modo sereno ma soprattutto in modo uniforme. “Ricordate che il Referente non svolge soltanto ruoli istituzionali, ma deve avere anche la bravura e la capacità di proporre articoli, di elaborare interviste ed istituire rubriche. Bisogna continuamente ingegnarsi e suggerire idee da sviluppare in maniera condivisa, il tutto sempre con un solo intento: quello di farci e di far conoscere il lavoro, l’impegno e il sacrificio che tutti noi associati campani mettiamo in campo quotidianamente”, ha riferito Mastrullo.
Le procedure poi, a cui i Referenti si dovranno attenere nel corso della Stagione, per quanto riguarda stesura del testo, tempi, realizzazione delle fotografie e modalità di condivisione sono invece state impartite da Giuseppe Chioccola. “Noi rappresentiamo il mezzo con cui le nostre Sezioni, il CRA ed il mondo arbitrale campano si mostra verso l’esterno, ad un pubblico ampio, motivo per il quale non tralasciate i dettagli, perché così come in campo, anche in questa attività, fanno la differenza. Utilizziamo un linguaggio semplice, comprensibile al vasto pubblico ed adatto alle varie situazioni che andremo ad affrontare”.
Il primo passo è stato fatto. Una riunione che non ha visto emergere il singolo, un’adunanza nella quale le 17 Sezioni campane si sono identificate sotto un’unica bandiera: quella di portare la Campania alla ribalta nazionale. Confronto, collaborazione, curiosità, passione, rispetto reciproco e responsabilità. Queste le parole chiavi su cui i ragazzi della comunicazione puntano… perché è sempre il gruppo che fa la differenza!

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri