Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Nicchi ai Presidenti di Sezione: "Estate difficile, difesa la nostra autonomia"

Federico Marchi - 06/10/2018, 22:30

“L’Associazione Italiana Arbitri è tornata al centro del progetto federale. Abbiamo combattuto per i nostri diritti ed abbiamo vinto una battaglia di onestà, di regole e di regolamenti che non ha pari. È stata un’estate complicatissima ma, tutti assieme, siamo riusciti a difendere la nostra autonomia. L’AIA parla con fatti compiuti”. Così il Presidente Marcello Nicchi ha aperto l’Assemblea organizzativa e tecnica dei Presidenti di Sezione. Un incontro tradizionale che quest’anno è stato organizzato a Grosseto, dove si sono riuniti i rappresentanti delle 209 Sezioni italiane. Presenti anche i Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali, il rappresentante degli arbitri in attività Gianluca Rocchi, i Presidenti dei Comitati Regionali e Provinciali di Bolzano e Trento, ed il Settore Tecnico. In apertura sono stati ricordati tre ex arbitri internazionali e dirigenti recentemente scomparsi: Sergio Gonella, Luigi Agnolin e Claudio Pieri.
“Già negli scorsi anni abbiamo detto che i Presidenti di Sezione debbano essere considerati parte integrante del Settore Tecnico” ha esordito il Responsabile Alfredo Trentalange, che ha dato il via ad una serie di interventi, il primo dei quali è stato dedicato alla nuova relazione degli osservatori. “Avere una relazione che funziona alla stessa maniera dalla CAN A fino al livello sezionale è da considerarsi un grandissimo successo” ha detto Trentalange. Il modello è stato poi illustrato nel dettaglio dal Responsabile del Modulo Perfezionamento e Valutazione Enzo Meli “Questa nuova relazione è nata da un confronto avuto con gli stessi osservatori durante i raduni e gli incontri avuti in tutt’Italia – ha detto - Dalle osservazioni e dai feedback che giungeranno nei prossimi mesi potrà essere ulteriormente sviluppato in futuro”.
Il nuovo materiale per il corso arbitri è stato invece affrontato da Katia Senesi, Responsabile del progetto Mentor & Talent. “Si tratta di strumenti didattici studiati per i destinatari, ovvero i ragazzi – ha detto – si è infatti cercato di stimolare il loro interesse e il confronto sulle regole e le situazioni di giuoco proposte”. “Riponete grande attenzione alle persone che andranno a tenere i corsi arbitro perché hanno un ruolo formativo fondamentale – è intervenuto Trentalange – Come Settore Tecnico stiamo pensando anche di organizzare una mezza giornata alla quale invitare le persone che saranno delegate a tenere i corsi. Non dimentichiamoci di dire ai ragazzi di leggere il Regolamento cartaceo e non limitarsi solo all’analisi dei filmati”. “Il Regolamento, aggiornato con le ultime novità, è già disponibile on line sul sito dell’AIA – ha aggiunto a tal riguardo il Presidente Nicchi – Inoltre sono in stampa i nuovi volumi, ne sono stati ordinati 40 mila”.
L’aspetto della preparazione atletica è stato infine affrontato dal Viceresponsabile sud del Settore Tecnico Francesco Milardi. “A Sportilia quest’estate abbiamo svolto un incontro con i referenti della preparazione atletica di tutti i CRA e CPA – ha spiegato – L’obiettivo era quello di fornirgli le disposizione nazionali, in modo che poi a cascata venissero portare a livello periferico fino alle Sezioni. E’ inoltre importante utilizzare tutto il materiale prodotto e reso disponibile tramite il sito dell’AIA”. I Presidenti di Sezione presenti in sala, con gli interventi anche del Viceresponsabile centro del Settore Tecnico Duccio Baglioni, sono poi stati coinvolti nell'analisi di una serie di video (di calcio, futsal e beach soccer) sotto il profilo tecnico e disciplinare.
A prendere la parola sono poi stati i Componenti del Comitato Nazionale, ognuno dei quali ha trattato alcune tematiche specifiche: Stefano Archinà (tesseramento), Umberto Carbonari (forza arbitrale rapportata al numero di gare sui territori), Michele Conti (rimborsi spese), Maurizio Gialluisi (aspetti economici e burocrazia finanziaria), Giancarlo Perinello (norme federali e normativa privacy), Alberto Zaroli (criteri economici di designabilità e realtà numerica associativa). Durante il pomeriggio sono stati trasmessi alcuni video, relativi all'attività tecnica ed associativa dell’AIA, curati dal direttore della rivista “L’Arbitro” Carmelo Lentino.
In chiusura della prima giornata, i Presidenti di Sezione hanno ricevuto un saluto di Angelo Montesardi (Responsabile della CAN 5) e Marcello Caruso (Responsabile della CAN BS) che hanno tracciato un bilancio dell’attività svolta. Spazio anche al progetto della Referee Run presentato dal Responsabile eventi Alessandro Paone.

Nella fotografia principale il Presidente Marcello Nicchi. Nella altre foto: l'intervento di Nicchi, il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange, i Componenti del Comitato Nazionale dell'AIA, i Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali ed il rappresentante degli arbitri in attività Gianluca Rocchi, alcuni scorci della sala.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente