Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Due giorni di intenso lavoro per arbitri e osservatori

Michele De Stefano - 10/10/2018, 09:00

Sezione di Caserta
E’ ufficialmente ricominciata la Stagione degli arbitri casertani. Sabato 22 e domenica 23 settembre i fischietti di “terra di lavoro” hanno ripreso le attività con il raduno precampionato 2018/19.
Come da consuetudine, la sezione della Reggia ha organizzato una due giorni di intenso lavoro. L’intero pomeriggio di sabato è stato dedicato esclusivamente ai ragazzi under 19. Le nuove leve hanno fatto tesoro delle disposizioni disciplinari e tattiche impartite dai veterani sezionali. Agli ordini dei referenti Diego Pucciarelli e Tommaso Tagliafierro, (supportati per l’occasione da Andrea Di Caprio, preparatore degli arbitri nazionali), i giovani direttori di gara hanno sostenuto i test atletici e hanno concluso la giornata con una breve lezione dopo cena.
Domenica, invece, si sono aggregati al gruppo tutti gli arbitri “over” e gli osservatori dell’Organo Tecnico Sezionale. Tanto lavoro per i fischietti, sia in campo che in aula. Dopo i test atletici, 40 metri e yo-yo test per il calcio, 30 metri ed Ariet per il calcio a 5, tutti si sono spostati nella sala convegni dove ha preso la parola il Componente del Settore Tecnico Antonello Ruggiero, che ha illustrato alla folta platea casertana le modifiche regolamentari introdotte dall’IFAB e recepite in Italia con la nuova Circolare numero uno. Ad indottrinare i fischietti del futsal ci ha pensato, invece, l’Organo Tecnico Antonio Gallo.
Dopo una breve pausa per il pranzo ed i saluti di rito della componente del Comitato Regionale Giuliana Guarino,e dei membri Figc di Caserta, il raduno è proseguito con i test tecnici sul regolamento del giuoco del calcio e con una lezione sul posizionamento e sullo spostamento, elementi fondamentali che associati ad una brillantezza atletica permettono ad un arbitro di prendere le decisioni giuste anche nelle situazioni più spinose e difficili da prevedere.
I lavori si sono conclusi in serata con il saluto del Presidente Antonio Pietro Santangelo e del Consiglio Direttivo. “Sono molto contento della buona riuscita, anche quest’ anno, di questo raduno di due giorni che è diventato, oramai, un appuntamento ben consolidato e che ogni stagione si rinnova con l’ entusiasmo di sempre – ha dichiarato il Presidente – un evento strutturato in questo modo ci permette di dare il giusto spazio sia agli arbitri più esperti che alle nuove leve che rappresentano il futuro della nostra Associazione”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente