Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Referenti Sezionali della Rivista a lavoro

Davide Argentieri - 29/11/2018, 08:00

CRA Lazio
La sede del Comitato Regionale Lazio ha ospitato la prima riunione dei referenti sezionali della Rivista “L’Arbitro” e sito web per la stagione sportiva in corso. Un appuntamento importante che ha visto la partecipazione di numerose Sezioni anche grazie al supporto del Referente Regionale Giorgio Ermanno Minafra, che ha voluto fortemente questo appuntamento, e del coordinatore della Rivista “L’Arbitro” per la macroregione Centro, Omar Ruberti.

Motivo di tale incontro è stato l’approfondimento di tutte le tematiche legate al mondo della comunicazione tra le sezioni e gli organismi centrali. L’apertura ufficiale dei lavori, oltre a Omar Ruberti che coordinava il gruppo, è spettata a Giuseppe Quaresima, “padrone di casa” in qualità di Segretario del Comitato Regionale Arbitri Lazio.
Piacevole intermezzo, tra un argomento e l’altro, è stato l’ingresso del componente nazionale dell’Associazione Italiana Arbitri Umberto Carbonari che ha sottolineato l’importanza del ruolo dei referenti della comunicazione: “Ragazzi con piacere sono qui a darvi il mio supporto, svolgete un ruolo chiave, la notizia e la divulgazione sono alla base dell’associazione, pertanto facciamoci conoscere. È fondamentale la coesione del gruppo ed è di vitale importanza fornire sempre notizie aggiornate sia di quello che avviene in ambito sezionale che regionale, sono fiero di voi andate avanti con coraggio e con professionalità”.

La riunione è proseguita con l’intervento di Omar Ruberti il quale ha posto l’accento sull’importanza di dedicare le giuste energie a questa attività spronando il gruppo ad essere sempre alla ricerca di “notizie“ che possano interessare l’Associazione e il mondo circostante. “L’Associazione con le sue numerose attività tecniche ed associative – ha spiegato Ruberti – è ricca di notizie che potenzialmente possono incuriosire diversi pubblici, interni ed esterni. Compete a ciascuno trovare una chiave narrativa capace di rendere ciò che quotidianamente viviamo interessante e meritevole di attenzione. Questa è una grande sfida e costituisce il cuore del servizio che l’AIA ci ha chiamato a svolgere”.

Tutti i partecipanti hanno poi condiviso le loro esperienze e le modalità di utilizzo di strumenti di comunicazione da parte delle Sezioni, con un particolare attenzione ai social.
Molti gli spunti di riflessione emersi che hanno trovato nella figura del referente sezionale un importante snodo per realizzare gli obiettivi strategici propri della comunicazione. Il Referente Sezionale deve avere passione ma anche delle competenze a cavallo tra il “giornalista, il social media manager, il fotografo, il grafico, l’organizzatore di eventi…”.

Per concludere Ruberti rilancia: “Per conquistare l’attenzione di un lettore è necessario distinguersi e usare la fantasia: diamo un buon motivo per avvicinarsi ai nostri prodotti di comunicazione”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente