Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Visita del Prefetto, l’arbitro benemerito Giuseppe Gualtieri

Antonio Paglianiti - 30/11/2018, 11:00

Sezione di Vibo Valentia
Nella riunione tecnica dello scorso 23 novembre è stato ospite presso la Sezione vibonese il neo Prefetto di Vibo Valentia, “sua Eccellenza” Giuseppe Gualtieri, arbitro benemerito della consorella Sezione di Locri. Dopo il nuovo trasferimento a Vibo, per lui è un ritorno nella città che l’ha visto iniziare la carriera in Polizia presso la locale Scuola, ha fortemente voluto incontrare gli associati della Sezione per trascorrere con loro qualche ora in compagnia di vecchi amici e per conoscere le nuove leve.
Il Presidente sezionale Francesco Barbuto, suo amico di vecchia data, ha presentato il Prefetto raccontando un po’ di storia legata alla vita lavorativa di Gualtieri, una vita interamente basata sulla legalità, dentro e fuori dai campi di gioco. Si proprio così, perché Gualtieri la sua vita l’ha spesa tutta in legalità! Le sue imprese lavorative sono costantemente sui quotidiani, alcune faranno la storia della nostra Nazione e questo deve essere un motivo di assoluto vanto per l’AIA, perché proprio come l’ha descritta Gualtieri agli associati vibonesi, la nostra Associazione è un’agenzia di formazione, agenzia che forma uomini da mandare sui campi per far rispettare le regole, ma poi si deve rimanere arbitri anche e soprattutto fuori dal campo, nella vita quotidiana e lavorativa, e lui ne è un grande esempio.
Gualtieri nel raccontare un po’ della sua vita ha sottolineato la grande importanza che ha avuto l’AIA nel suo percorso formativo. Infatti, con i suoi 18 trasferimenti dovuti agli impegni lavorativi, questa ha sempre svolto un ruolo centrale, una delle sue prime visite in ogni nuova meta era la locale Sezione, per conoscere nuovi colleghi e incontrare vecchi amici, tanto bastava per non sentirsi più lontano da casa ma bensì sempre in famiglia.
Ma da uomo di grande esperienza anche sui campi, Gualtieri ha anche dato consigli prettamente tecnici specialmente ai più giovani per poter dare il meglio ed innalzare il valore delle loro prestazioni in campo.
Gli associati hanno ascoltato le sue storie con molto interesse, senza mai distogliere l’attenzione dal suo dire per non perderne una sola parola.
Dopo la riunione Gualtieri si è intrattenuto con gli associati a cena, presso un ristorante della città.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente