Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Ghersini, come vincere una partita di calcio

Simona Tirelli - 04/12/2018, 13:00

Sezione di Reggio Emilia
Davide Ghersini, arbitro della sezione di Genova in forza alla CAN B, ha incontrato i fischietti emiliani.

Davide, giunto nella città del Tricolore già nel tardo pomeriggio, ha accolto di buon grado la proposta di partecipare alla consueta seduta di allenamento con i ragazzi, ai quali fin da subito ha dispensato consigli tecnici sul campo.

L’accoglienza da parte del Presidente Alessandro Ruini e di tutti gli associati in sede di riunione è stata molto calorosa, dove Davide ha ritrovato anche Mattia Scarpa e Gianfranco Grisendi rispettivamente Assistente Arbitrale e Osservatore Arbitrale anch’essi nell’Organico CAN B.
Davanti ad una platea più che attenta, il fischietto genovese ha iniziato il proprio intervento con un quesito: Come si vince una partita di calcio?

L’analisi che ne è seguita è stata puntuale, precisa e caratterizzata dall’esperienza personale: Ghersini ha iniziato parlando dei quattro aspetti che caratterizzano la prestazione di un arbitro, l’aspetto tecnico, disciplinare, comportamentale, atletico/tattico e comportamentale. Di ognuno di essi, il collega ha evidenziato le insidie, le problematicità, i gesti da evitare e quelli su cui puntare, facendo emergere e catapultando i presenti nelle reali esperienze che si vivono e percepiscono sul terreno di gioco.

Non sono mancati di certo video ed aneddoti dove Ghersini ha potuto rendere ancora più tangibile i consigli e le situazioni teoriche esposte e che tutta la sala ha recepito e fatto suoi. I filmati mostrati hanno riguardato principalmente situazioni di equilibrio tecnico, collaborazione della terna arbitrale,mass confrontation, grave fallo di gioco, vantaggio ed episodi di fallo/simulazione in area di rigore.

“Se guardate il difendente invece dell’attaccante sarà molto più semplice ed intuitivo capire se un contrasto presuppone il calcio di rigore o meno” – conclude Davide – ed è proprio questo il momento in cui si comprende perfettamente come l’esperienza, l’intuizione tattica e il vissuto di chi scende in campo in altri palcoscenici siano da aggiungere ai fondamentali per crescere, migliorare e poter arrivare in alto.

In anteprima: Zuccolini, Ghersini, Ruini. In gallery: Ghersini con i dirigenti sezionali e Zuccolini; Ghersini; la seduta di allenamento.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente