Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Top Class CAN 5, Montesardi: “Una squadra lavora per un comune obiettivo”

Fabio Gafforini - 14/12/2018, 10:22

È iniziato nella giornata di giovedì a Vicenza il raduno Top Class della CAN 5, con i lavori coordinati dal Responsabile Angelo Montesardi e dai Componenti Riccardo Arnò, Salvatore Racano, Laura Scanu, Francesco Massini, Francesco Peroni, Ettore Quarti, Vincenzo Francese e Gianantonio Leonforte.
Giunti da tutta i Italia, i 54 arbitri convocati hanno potuto godersi un pomeriggio alla scoperta della cittadina veneta e delle architetture del Palladio, il più famoso architetto neoclassicista, dalla Basilica fino al Teatro Olimpico. A fare gli onori di casa ed accogliere gli arbitri e la Commissione è stato l’assessore allo sport del Comune di Vicenza, Matteo Celebron, che ha voluto salutare i convenuti nella quadreria di Palazzo Chiericati, lodando le qualità umane che gli arbitri hanno, impegnandosi a portare queste qualità nella sua missione di amministratore.
Il pomeriggio in centro città si è concluso con la consueta messa per gli auguri di Natale, celebrata nella chiesa di Santa Corona da monsignor Ezio Busato.
Il rientro all’Hotel Tiepolo, sede del raduno, ha significato anche l’inizio dei lavori, con Montesardi che ha illustrato il programma e avviato la fase delle disposizioni tecniche e del match analysis, non prima però di aver condiviso con i presenti una doppia gioia: la riconferma nel ruolo di internazionale di cinque arbitri della Can 5, Galante, Malfer, Manzione, Pezzuto e Perona, con quest'ultima che ha ricevuto proprio durante il raduno da Montesardi la notizia della convocazione per l'Europeo Femminile organizzato dalla Uefa in Portogallo, che si terrà dal 13 al 18 febbraio dell'anno prossimo.
Per il Settore Tecnico presente Andrea Liga che, dopo aver portato i saluti del Responsabile Alfredo Trentalange e della Responsabile del modulo Calcio a 5, Francesca Muccardo, ha raccontato l’emozione di questa designazione equiparandola a quella della sua convocazione al suo primo raduno Top Class del futsal quando ancora era arbitro. Presente anche Giacomo Passalacqua, del modulo biomedico e Gilberto Rocchetti, responsabile del modulo atletico.
In serata è giunto il momento il Presidente del Comitato Regionale Arbitri del Veneto, Dino Tommasi, che ha portato i saluti della regione agli arbitri della CAN 5.
«Tenete a mente la differenza tra squadra e gruppo. Noi non siamo un gruppo, siamo una squadra dove tutti insieme lavoriamo per un comune obbiettivo. Quando fate bene voi, fa bene anche il vostro collega. La forza del Team invece viene fuori quando il collega sbaglia e voi siete pronti a non fargli pesare l’errore e a mantenerlo in carreggiata», concetti che Montesardi ha voluto trasmettere ai giovani arbitri in questo incontro per loro altamente formativo.
La giornata si è così conclusa con la cena conviviale, prima del meritato riposo in vista dei test atletici previsti per la mattina seguente.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente