Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Coccaglio il raduno di metà Stagione del Settore Tecnico

Federico Marchi - 13/01/2019, 15:15

“Il futuro è di chi avrà la capacità di fare squadra”. Così il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange ha aperto il raduno dei Componenti dei Moduli Perfezionamento e Valutazione, e Regolamento, guida pratica e materiale didattico. Due giornate in cui è stato tracciato un bilancio dell’attività svolta: dai corsi di qualificazione e aggiornamento all’OA DAY, dagli incontri Mentor&Talent alle visite presso Comitati Regionali Arbitri e Sezioni. Al raduno, che si è svolto a Coccaglio, ha partecipato il Componente del Comitato Nazionale dell’AIA Alberto Zaroli: “Conoscere, confrontarsi e crescere insieme - ha detto rivolgendosi ai componenti del Settore Tecnico - Grazie per tutto quello che fate, proseguite cosi”. Il Componente del Comitato Nazionale ha esortato alla continua ricerca, ricordando la famosa frase di Socrate secondo cui bisogna essere sempre consapevoli di “sapere di non sapere”. Zaroli ha poi invitato a perseguire sempre di più un contatto diretto con il territorio, anche attraverso un progetto su piattaforma, per scambiarsi episodi “in modo da riuscire ad arrivare a casa di tutti, affinché chi ha voglia di informarsi abbia la possibilità di farlo – ha spiegato – Bisogna avere poi la capacità di trovare esperienze importanti nei CRA e nelle Sezioni per portarle a livello nazionale, con lo spirito della condivisione, per non farle rimanere limitate a quell’ambito”.
Al raduno è intervenuto, durante la prima giornata, anche il Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Lombardia Alessandro Pizzi. “In qualità di ‘utente finale’ devo solo ringraziare tutto il Settore Tecnico per il lavoro che svolge quotidianamente – ha detto - Reputo geniale e vincente il meccanismo di confronto con una logica di gioco di squadra”. Il Presidente del CRA Lombardia ha poi elogiato il lavoro specifico sullo spostamento incentrato sui concetti di prossimità e between: “Teso alla capacità di ricercare la migliore prospettiva per valutare le dinamiche di giuoco”.
Uno dei temi affrontati durante il raduno è stato infatti quello dello spostamento basato sui concetti di ‘proximity’ e di ‘between’. “L’arbitro fa bene il suo lavoro ed ha maggiori possibilità di assumere giuste decisioni se si trova nella migliore posizione – ha spiegato Trentalange - Uno dei principali fattori dell’arbitraggio è la credibilità che, a sua volta, è maggiore in base alla posizione dell’arbitro. Bisogna quindi ricercare persone che, a mente sgombra, vadano più vicino possibile all’azione (prossimità) e in una posizione between. Per ottenere questo serve capacità di leggere le azioni ed una grande generosità atletica”. Su questa specifica tematica sono intervenuti anche i Viceresponsabili del Settore Tecnico: “Con questo spostamento sarà indispensabile l’allenamento – ha detto Duccio Baglioni - ma sarà anche fondamentale la conoscenza del giuoco del calcio”. “Prima si rischiava a volte di correre a vuoto – ha aggiunto Francesco Milardi - ora se tatticamente si capisce di calcio si può evitare di coprire inutilmente uno spazio. Atleticamente serve comunque avere un ‘serbatoio pieno di benzina’ da utilizzare nel modo giusto”. Significativo quello che, a riguardo, ha detto Francesca Muccardo, coordinatore del Futsal nel Settore Tecnico, che ha riportato una frase del filosofo americano Henry David Thoreau: “Non importa quello che stai guardando, ma quello che riesci a vedere”.
A tutti i presenti è stato consegnato nuovo materiale tecnico, da utilizzare negli incontri formativi dei prossimi mesi, illustrato dal Viceresponsabile Nord del Settore Tecnico Luca Gaggero e dal Responsabile del Modulo Perfezionamento e Valutazione Enzo Meli. A presentare un bilancio dell’attività svolta nell’ambito del progetto Mentor&Talent, con le risultanze del lavoro effettuato nella prima parte di Stagione Sportiva, è stata la Responsabile Katia Senesi. Durante il suo intervento ha poi proposto alcuni filmati tecnici, commentandoli ed analizzandoli nel ricercare le cause di errori di valutazione. “Come noi chiediamo agli allenatori di far conoscere il Regolamento ai calciatori – ha aggiunto - dobbiamo fare altrettanto cercando di capire le dinamiche di giuoco del calcio”.
In alcuni frangenti delle due giornate i componenti del futsal e del beach soccer hanno svolto specifiche riunioni con Francesca Muccardo, in cui sono stati approfonditi aspetti specifici alle due discipline. L’incontro, come da consuetudine del Settore Tecnico, si è concluso con la proiezione di un video curato dal Coordinatore Marcello Marcato che ha curato l’organizzazione del raduno.

Nelle fotografia in gallery: Trentalange con i Vice Gaggero, Baglioni e Milardi ed il Coordinatore Marcato; Alberto Zaroli; Alessandro Pizzi; l'aula; gli interventi di Meli, Senesi e Muccardo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente