A Pietro Brentegani il Premio Lorenzo Modena

CRA Veneto

A Pietro Brentegani il Premio Lorenzo ModenaSi è tenuto sabato 12 gennaio 2019 il raduno di metà Campionato che ha visto coinvolti arbitri, assistenti e osservatori del Comitato Regionale Arbitri del Veneto; una giornata intensa in cui sono stati molteplici gli appuntamenti tecnici e non solo. Fulcro centrale del raduno è stata la consegna del Premio Lorenzo Modena: giunto all’undicesima edizione, il riconoscimento in memoria di Lorenzo è stato attribuito a Pietro Brentegani, arbitro della Sezione di Verona, e consegnato dai genitori: “Ricordare Lorenzo anche in questa occasione è sempre emozionante - ha detto la mamma di Lorenzo Modena - I vostri occhi e il modo in cui vivete la vostra passione mi trasmettono il calore di un abbraccio e mi scaldano il cuore”.
La giornata si è aperta con un’ampia panoramica tecnica sull’andamento della prima parte di Stagione: “Non bisogna accontentarsi – ha sottolineato Dino Tommasi, Presidente del CRA Veneto – Dovete vivere la gara da protagonisti, metterci carattere e non dare mai nulla per scontato perché solo così potrete vivere i successi che questa attività vi può riservare”. Proprio in tema di successi, spazio alla coppia di internazionali veneti per un intervento di condivisione e formazione in materia di briefing pre-gara: Daniele Orsato e Giorgio Peretti hanno coinvolto la platea sottolineando i punti chiave del briefing. “Siate chiari, concisi e approfondite le situazioni più delicate” ha detto Daniele Orsato che ha portato la sua esperienza di arbitro. La prospettiva di un assistente è stata approfondita dal neo internazionale Giorgio Peretti: “Un buon briefing serve a rafforzare il concetto di squadra ricordando che va sempre tutelata la centralità dell’arbitro”.
Grazie a svariate clip sono state analizzate dai Componenti del CRA Veneto situazioni tecniche interessanti: coinvolti in prima persona i protagonisti degli episodi, si è parlato di collaborazione, lettura tattica della gara, gestione disciplinare e cura atletica. “Non smetterò mai di ripetere che una condizione atletica ottimale è alla base di prestazioni di alto livello” ha ribadito Dino Tommasi sottolineando che è necessario curare con dovizia l’allenamento settimanale. Presente al raduno anche Stefano Meroni, Presidente degli arbitri del Canton Ticino, che ha partecipato ai lavori ed ha salutato i fischietti veneti apprezzando modalità di lavoro e atteggiamento.
In conclusione di lavori è intervenuto il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti del Veneto Giuseppe Ruzza che ha sottolineato la qualità degli arbitri veneti e l’importanza di una classe arbitrale di livello che possa garantire la regolarità assoluta dei Campionati senza polemiche: “E’ risaputo che in Veneto la qualità degli è elevata - ha detto Giuseppe Ruzza - Vi dimostrate all’altezza delle categorie che arbitrate a garanzia del mondo del calcio veneto”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri