Seguire il progresso significa continuare a crescere

CPA Bolzano

Seguire il progresso significa continuare a crescereIntenso programma per arbitri, assistenti e osservatori in forza al Comitato Provinciale Arbitri di Bolzano con due incontri tecnici, quale propedeutica al raduno di metà Campionato. Un primo incontro, alla presenza di tutto l’organico CPA, per analizzare, insieme, l’andamento del girone di andata, ripercorrendo le varie prestazioni con continui suggerimenti per migliorare. Una seduta plenaria per condividere tutti insieme i vari aspetti. La serata si è tenuta presso la sala del ristorante "Il tortellino" di Bolzano ed si è aperta nel ricordo toccante del padre di un collega, arbitro in Promozione, della Sezione di Merano, scomparso prematuramente.
Il Presidente Rosario Lerro, tra i vari aspetti, ha voluto poi ringraziare tutti i presenti per l’impegno profuso e la disponibilità mostrata durante il corso del girone di andata, ma ha inoltre sottolineato l’opportunità e la passione che deve continuare ad alimentare la voglia di crescere e migliorare sia a livello personale sia collettivo, poiché l’ambizione è una caratteristica fondamentale per poter raggiungere importanti obiettivi prefissati.
Presenti inoltre i Nazionali del CPA che hanno condiviso e spronato i presenti, augurando continue emozioni, crescita ed ambizioni future.
A termine la tradizionale cena di metà Stagione, che ha dato occasione per confrontarsi tutti insieme, su quanto accaduto in questa prima parte di Campionato, ascoltando gli aneddoti degli associati più anziani.
Il secondo incontro, tenutosi a distanza di qualche giorno, ha visto protagonisti nuovamente arbitri ed osservatori. Sono stati mostrati diversi filmati, ma ci si è concentrati principalmente sul filmato inviato dal Settore Tecnico, che riguarda lo spostamento. Vari sono i cambiamenti in essere, ha precisato il Presidente Lerro, è di conseguenza fondamentale un aggiornamento continuo, sia teorico che pratico, con spirito di sacrificio e volontà di crescere.
Colui che non si aggiorna, non può crescere da solo, poiché il confronto, la visione dei propri errori, i filmati tecnici ed il gruppo, sono elementi indispensabili per ogni arbitro e permettono di maturare e cercare le giuste motivazioni per raggiungere i propri obiettivi.
Con questa riflessione, che mette ogni collega davanti ad uno specchio, nella delicata decisione di cosa voler fare da grandi, si è concluso anche il secondo incontro in programma.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri