Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

L’incontro con i ragazzi del progetto Talent & Mentor

24/02/2019, 14:49

E’ iniziato nella giornata di sabato 23 febbraio il primo ciclo di incontri dedicato all’approfondimento tecnico per i giovani partecipanti al progetto “Talent e Mentor – UEFA Convention”, aperto alla partecipazione delle ragazze del programma Talent riservato alle più promettenti associate di sesso femminile e degli assistenti arbitrali del Talent program a loro dedicato oltre che agli "junior talent".
Nei comitati regionali di Piemonte – Valle d’Aosta, Liguria, Marche, Toscana, Calabria e Sicilia si sono svolti i primi concentramenti, fortemente voluti dal Settore Tecnico al fine di garantire un seguito efficace allo stage atletico-tecnico di Coverciano, donando un migliore e più completo follow-up ai partecipanti.
“Viviamo momenti di grande cambiamento sotto il profilo tecnico: fornire ai giovani più impegnati e promettenti delle realtà regionali italiane la possibilità di crescere e migliorare il proprio grado di preparazione rappresenta il migliore investimento per il futuro” ha dichiarato il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange, egli stesso impegnato in prima persona nell’incontro riservato ai ragazzi ed alle ragazze del Comitato Regionale Arbitri Piemonte e Valle d’Aosta.
Tutti i concentramenti, quelli già svolti così come quelli che vedranno impegnati gli altri comitati nel corso delle prossime settimane, sono caratterizzati dall’esecuzione in aula di un video test e dal commento, partecipato ed orientato alla condivisione, delle singole clip, interamente tratte dai match degli ultimi Campionati Mondiali di Russia 2018, che – grazie alla specificità delle riprese, anche da una prospettiva aerea – consentono un’efficace analisi dello spostamento del direttore di gara in rapporto alla decisione assunta.
I convocati hanno in questo modo la possibilità di ricevere spunti pratici, concreti, ricevendo un feedback chiaro ed immediato, non solo apprendendo nozioni tecniche ma – anche – comprendendo quale sia il metodo di lavoro da seguire per esprimere performance di sempre maggior valore.
L’arbitraggio moderno ha i suoi punti cardine nella conoscenza del gioco, nell’acume tattico e nella generosità sul piano atletico e dello spostamento: porsi between quando necessario, sempre nella proximity degli eventi topici, dona al direttore di gara credibilità decisionale e consente di avere la migliore visuale sul gioco. In questo senso, la visione di filmati che portino a riflettere ed a creare un bagaglio esperienziale, unitamente ad una preparazione atletica di alto profilo, rappresenta un valore aggiunto, sempre più imprescindibile.
Inoltre, a testimonianza della volontà di sperimentare e di mettere a disposizione dei giovani sempre nuovi strumenti didattici, il CRA Piemonte – Valle d’Aosta ha colto l’occasione per un ulteriore momento formativo, ulteriore rispetto allo schema generale proposto per tutti i CRA, attraverso la visione e l’analisi di una partita di campionato regionale, visionato una prima volta individualmente dai Talent, che hanno in seguito condiviso le loro impressioni in aula, durante l’analisi congiunta.
Piena è dunque la soddisfazione del Settore Tecnico per la sinergia creata con i Comitati Regionali che, ciascuno in base alle proprie peculiarità e necessità, hanno esteso la possibilità di partecipare all’evento ai propri associati, junior talent in primis, a riprova della rilevanza e dell’efficacia di un progetto di cui, con grande soddisfazione, già da diversi anni si stanno vedendo i frutti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente